L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Il consigliere Terranova Il consigliere Terranova

Cassino / Terranova chiede chiarezza sui conti e un maggior impegno per le periferie

CASSINO - Se la manutenzione fino ad oggi è stata sbandierata come il fiore all’occhiello, per il consigliere comunale Edilio Terranova è un fiore già “appassito”, visto che a fronte dei tanti numeri annunciati i risultati sono pochi. 
«Se è vero che tanti sono stati gli interventi manutentivi fatti sul territorio da questa maggioranza, è pur vero che è ancora sconosciuta una programmazione delle opere da realizzare per incidere in maniera efficace sulla città» afferma il consigliere d’opposizione Edilio Terranova.  
«Questa maggioranza - continua l’amministratore - sbandiera centinaia e centinaia di interventi effettuati che partono dalla sostituzione di una maniglia fino alla riparazione di una perdita idrica, passando per il taglio dei rovi, la bonifica delle discariche abusive e la sostituzione di una lampadina. Ben venga l’attivismo dell’assessora Dana Tauwinkelova e del consigliere Evangelista, ma vista tutta questa dinamicità sarebbe anche il momento di affermare a chiare lettere che soldi da cui attingere ne hanno trovati in Comune».
La situazione delle casse comunali è abbastanza disastrata. Pensa che ci siano dei fondi accantonati dove attingere risorse? 
«Non lo so, quel che è certo è che sulla situazione economica del comune si continua a fare tanta confusione. Per questo motivo ho protocollato una interrogazione con risposta scritta sia al sindaco che all’assessore alle finanze in cui chiedo chiarezza del totale dei debiti fuori bilancio riconosciuti dal 20/06/2011 al 20/06/2016 con l’indicazione della data ed il numero delle relative delibere di Consiglio comunale ed il totale dei debito contenuti in ogni singola delibera. Il totale dei suddetti debiti pagati dal 20/06/2011 al 20/06/2016 con l’indicazione dell’importo pagato per ogni anno solare. Il totale del disavanzo di amministrazione emerso dal consuntivo 2011 ed il totale dello stesso ripianato alla data del 31/12/2015».
Oltre ad avere un chiarimento dei conti comunali, qual è un intervento su cui auspica una pronta presa di posizione dell’amministrazione?
«C’è la situazione dei cittadini di Via Rapido, nei pressi della stazione ferroviaria che, nonostante un esposto, ancora non hanno ricevuto alcuna “assistenza” per porre rimedio agli odori nauseabondi derivanti dalla postazione utilizzata per il lavaggio dei treni. Senza parlare delle discariche abusive che spuntano come funghi in città...»
Un problema che sembra veramente complicato da estirpare...
«Questo è vero, ma avevano promesso l’installazione di dieci telecamere per scovare gli “zozzoni”, ma al momento 
non si è andato oltre le promesse. A questo punto ci auguriamo che vada in porto la bonifica annunciata dal Comune, ma senza un controllo del territorio con gli occhi elettronici delle telecamere e quelli umani delle guardie ambientali, questa potrebbe essere una soluzione dal respiro corto con il problema che si ripresenterebbe dopo pochi mesi a fronte di migliaia di euro spesi». 
La raccolta differenziata continua ad essere criticato dai cittadini. Quali sono le migliorie da apportare al servizio?
«Avevo richiesto l’inserimento nel contratto con la De Vizia sia la pulizia delle strade con mezzi idonei anche per quanto riguarda Via Iannacone, l’area denominata “Le Residenze”, Via San Nicola e via Sferracavallo. 
Inoltre il ritiro dell’umido anche la domenica oltre che nelle suddette zone anche a Caira centro ed a Sant’Angelo cosa che la precedente amministrazione aveva puntualmente inserito ma al momento il servizio non è ancora operativo. Anche questo poteva essere fatto tranquillamente nei primi cento giorni ma non sappiamo se e quando partirà».
Un bilancio fino ad oggi?
«Il tempo trascorso è stato poco ma le cose vanno programmate e per il momento non si vedono grandi cambiamenti e nessuna programmazione soprattutto per le periferie».                     

 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604