Aquino, De Carolis all'attacco: «La maggioranza ha dimostrato di fregarsene dei cittadini»


Aquino, De Carolis all'attacco: «La maggioranza ha dimostrato di fregarsene dei cittadini»

AQUIINO - L’assise civica di martedì mattina all’interno della sala “San Tommaso” ha registrato un duro intervento da parte della consigliera d’opposizione Cinzia De Carolis. All’odg la discussione su documento contabile portato in aula dalla maggioranza guidata dal Sindaco Libero Mazzaroppi. E’ stata un fiume in piena, De Carolis, che ha lanciato forti bordate all’amministrazione rea «di aver promesso tanto in campagna elettorale e poi di non aver mantenuto nulla». La consigliere, infatti, è partita proprio dal bilancio di previsione. «Questo che avete votato, poveri noi, è forse  l’ultimo bilancio di previsione di quest’amministrazione – ha esordito - visto che il prossimo potrebbe anche essere chiamata ad approvarlo una nuova compagine amministrativa, ed in tutta sincerità mi aspettavo qualcosa di più, e non  perché penso che a voi interessi il bene della città». Parole che lasciano presagire che poco o nulla è stato fatto di buono dalla compagine del Sindaco Mazzaroppi. «Appena insediati vi siete attribuiti l’indennità di carica più alta  d’Italia, e per fare ciò avete triplicato la tassa sui rifiuti, aumentato l’addizionale Irpef e istituito la Tasi al massimo consentito della legge – batte forte De Carolis su stipendi mensili degli assessori e tributi locali fissati al massimo -. In verità, almeno per questo bilancio, mi aspettavo una diminuzione del prelievo fiscale, ma a quanto pare vi siete limitati a dire di non averlo aumentato rispetto agli aumenti da voi stessi imposti; cosa questa, peraltro, che va verificata,  omettendo di specificare, però, che non potevate nemmeno farlo, in quanto la pressione fiscale da voi introdotta è già al massimo consentito dalla legge. Mi chiedo, anzi, i cittadini di Aquino vi chiedono a gran voce, e basta andare per le case, nei luoghi pubblici, per le vie della città, per cogliere questo incalzante interrogativo: cosa ne avete fatto dei sacrifici degli aquinati se le strade comunali sono ridotte come non mai, se l’arredo urbano è ormai in uno stato di degrado vergognoso, se il mercato langue, se il servizio della raccolta differenziata non funziona, se le strade sono sporche, se i giovani sono abbandonati a loro stessi, tanto che il loro disagio si concreta in comportamenti che mai prima si erano registrati? – interroga la consigliera d’opposizione -. Quale esempio state offrendo  ai nostri ragazzi, se vi vedono costantemente accapigliare per un’indennità di carica, mentre ve ne infischiate altamente delle strade rotte, dei lampioni divelti e chi ne ha più ne metta. E non provate nemmeno a negarlo, perché tutti sanno che proprio questo è il tema del momento. A me sembra che gli unici ad avere avuto vantaggi da quest’amministrazione siete stati solo voi stessi, perché alla fine del mandato, mentre avete relegato i cittadini di Aquino a vivere nel disagio morale e sociale senza precedenti, con le tasse al massimo e senza servizi di alcun genere ogni assessore avrà intascato circa 80mila euro. Come ho fatto per tutti i vostri atti contabili anche su questo ho votato contro perché con questo bilancio avete dimostrato che a voi degli aquinati e di Aquino, non interessa proprio nulla, perché pur in presenza di una forte richiesta di abbassamento della pressione fiscale, ve ne siete altamente  infischiati. Per non parlare dell’inganno epocale che avete fatto con la campagna elettorale che, nostro malgrado, vi ha consentito di sedere su questi scranni e del  programma con cui avete raggirato i cittadini che, adesso profondamente pentiti, si erano purtroppo fidati di voi. Ricordo che in passato, quando eravate in minoranza, avevate presentato due emendamenti per la riduzione della Tarsu e per la restituzione di  quella parte della stessa  che dicevate  che si stava facendo pagare di più. Avevate chiesto anche la riduzione dello 0,20% dell’addizionale comunale. Ebbene, nessuno oggi  poteva impedirvi di farlo: perché non lo avete fatto? Con parole ingannevoli avevate detto di voler stare al fianco dei cittadini: ma nei fatti li avete traditi. Li hanno traditi soprattutto i giovani che si sono prestati a quest’inganno, che rimarrà negli annali di questo comune, e che presto dovranno rispondere singolarmente ai cittadini. Ognuno di loro dovrà convincere il popolo di Aquino che quell’indennità che hanno introitato a discapito dei contribuenti è stata ben guadagnata,  ma dubito che ci si riuscirà. Avevate promesso trasparenza e avere gli atti è un’Odissea. Avevate promesso sviluppo, invece il paese è regredito a 40 anni fa. Avevate promesso attenzione alla cosa pubblica, ed è sotto gli occhi di tutto lo stato di degrado in cui il paese versa per la totale mancanza di manutenzione. Avevate promesso l’abbassamento della pressione fiscale,  invece l’avete triplicata. Avevate promesso il rilancio del commercio ed invece con le vostre scelte scellerate lo avete definitivamente affossato. Avete tassato anche i nostri defunti, e questo penso che dai cittadini di Aquino non vi sarà perdonato. Insomma, avevate promesso, promesso, promesso, e non avete mantenuto nulla. Anche per tale ragioni ho votato contro, perché voi non mantenete le promesse, e quand’anche tra le cose che andate ipocritamente ad approvare ci fosse per sbaglio qualcosa di buono, voi, e lo avete ampiamente dimostrato, non vi terrete mai fede, perché, così siete abituati a fare».
              

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Diario quotidiano
 

Articoli correlati


Nella stessa categoria


Tags: