Cassino, movida: D’Alessandro ringrazia chi rispetta l’ordinanza ed avverte i “furbetti di turno”


Cassino, movida: D’Alessandro ringrazia chi rispetta l’ordinanza ed avverte i “furbetti di turno”

CASSINO - «Desidero ringraziare tutti gli esercenti cassinati che hanno rispettato l’ordinanza concernente le misure per la tutela del centro città, come stabilito nel recente incontro svoltosi in comune ed avente ad oggetto proprio il provvedimento emanato la scorsa settimana. Ai cittadini dico di non aver paura a denunciare eventuali irregolarità perché sono convinto che tutti insieme riusciremo a far rispettare le regole e garantire la libertà di ogni singola persona». Lo ha dichiarato ieri il sindaco di Cassino Carlo Mario D’Alessandro, tornando sull’ordinanza firmata allo scopo di regolare la vita notturna nella città martire. «Come amministrazione comunale -  ha poi aggiunto il sindaco - abbiamo l’obbligo di tutelare il diritto alla salute dei residenti che, da sempre, richiedono azioni fortemente restrittive dell’esercizio delle attività presenti; ma al contempo dobbiamo tutelare anche l’interesse degli operatori che in forza della liberalizzazione degli orari rivendicano la possibilità di utilizzare al meglio le opportunità previste. Il tutto senza dimenticare l’interesse degli avventori che chiedono di poter vivere gli spazi urbani in un ambiente pulito e sicuro. Questi giorni saranno indicativi per definire eventuali accorgimenti che dovranno essere apportati per il periodo estivo qualora fossero riscontrate delle forti criticità. Siamo soddisfatti per il buon risultato di questo primo fine settimana, ma sarà importante vedere gli eventi che caratterizzeranno il prossimo week-end e quello successivo. Per quanto concerne gli episodi legati ai furbetti di turno - ha poi concluso Carlo Maria D’Alessandro - le forze dell’ordine hanno già predisposto i dovuti atti previsti per chi viola le misure contenute nell’ordinanza. A breve, come da impegno sancito nel precedente incontro, riuniremo di nuovo gli esercenti per fare il punto sulla situazione e cominciare a pianificare di concerto azioni future per lo sviluppo del settore nell’assoluto rispetto delle regole vigenti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Governi del territorio
 

Articoli correlati


Nella stessa categoria