Cassino, Sarah Grieco: «Basta chiacchiere, ci dicano a che punto è la ciclabile»


Cassino, Sarah Grieco: «Basta chiacchiere, ci dicano a che punto è la ciclabile»

CASSINO - Tra i consiglieri comunali che siedono in Sala Di Biasio, Sarah Grieco è una delle poche che, oltre a chiederne la realizzazione, utilizzerà effettivamente la pista ciclabile tanto decantata dall’attuale amministrazione. Peccato che fino ad oggi alle buone intenzioni più volte manifestate sulla stampa, alle firme per la petizione rivolta a se stessi e alle foto di rito, non siano seguiti degli atti concreti anche solo per poter sperare in quella striscia rossa che dovrebbe collegare i diversi punti della città. Nel frattempo che l’amministrazione prenda una qualsiasi decisione in merito anche le associazioni, e non certo le più radicali, hanno perso la pazienza e domani sfileranno in città per chiedere all’ammnistrazione (ancora una volta) delle risposte su tempi e modi. Alla biciclettata parteciperà anche la consigliera comunale Sarah Grieco che ha aderito convintamente, così come i ragazzi dell’associazione de #lacittachevorrei, all'iniziativa promossa da Luca Palladino (Janula) e Jhon Franco (La Famiglia). «Sono convinta - esordisce Grieco - che Cassino abbia bisogno e con urgenza di una mobilità sostenibile. Purtroppo, nonostante le rassicurazioni, finora non si è visto nulla e anche i fondi stanziati nel bilancio di previsione sono poco chiari. Si parla di risorse regionali in maniera generica, visto che non c’è alcuna specifica su quali e quanti siano. Il problema è che si fa riferimento a fantomatici fondi regionali anche per la bonifica dell'ex Marini, per il sito del Nocione e via dicendo e questa cosa non lascia ben sperare. Conosco a apprezzo il vice sindaco Palombo e  so che parla in buona fede. Ma dobbiamo capire come e quando si potrà realizzare una ciclabile. Inoltre deve essere chiaro che questa non diventi una cattedrale nel deserto. Bisogna per questo motivo avere un progetto ampio che tenga conto di più fattori come ad esempio il traffico, l’inquinamento, la fruibilità e così via. Per questo motivo, assieme ai consiglieri Mosillo, Di Rollo e Mignanelli abbiamo presentato un'articolata interrogazione per sapere a che punto il Piano urbano del traffico chiedendo lumi su quello gia'esistente e sull'isola pedonale come sulla pista ciclabile, appunto. Dopo 10 anni di attesa, tanto è passato dal conferimento dell'incarico all'ing Ciavolella, credo chi i cittadini abbiano diritto ad un piano del traffico e ad una città meno congestionata».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Governi del territorio
 

Articoli correlati


Nella stessa categoria