Esperia, grande attesa per la prima edizione del Festival della Preistoria


Esperia, grande attesa per la prima edizione del Festival della Preistoria

ESPERIA - Prende il via ad Esperia il primo “Festival della Preistoria”, iniziativa dedicata al sito archeologico delle “Orme del dinosauro”. Si parte il 25 maggio, con un open day rivolto alle scuole e alle famiglie e si continuerà fino al 3 giugno. A chiudere l’iniziativa un ospite d’eccezione: Enrico Capuano e la Tammurriata rock in concerto. Il progetto, nato dalla volontà dell’amministrazione di valorizzare un luogo simbolo del territorio comunale, è stato vincitore di un bando di finanziamento del Consiglio Regionale del Lazio. Da non dimenticare poi il contributo della Comunità Montana “L’Arco degli Aurunci”. Il Festival, organizzato in collaborazione con il tour operator “Kelle Terre” e l’associazione culturale “Lestrigonia”, prevede per il mese di maggio una serie di open day rivolti primariamente alle famiglie, agli istituti scolastici ma anche alla cittadinanza locale e regionale tutta. Il fine infatti è quello di valorizzare non solo un sito archeologico, ma un paese in senso ampio, dal punto di vista storico, culturale, enogastronomico e naturalistico. Si scoprirà un mondo preistorico affascinante, tra elementi storici definiti ed altri legati a leggende e alla fantasia, così da far avvicinare la popolazione al luogo delle orme in modo sempre più stretto, soprattutto per quanto riguarda i bambini. Il Festival si concluderà il 3 giugno con un grande evento finale. Sul sito di Esperia si sono accesi i riflettori di Rai2 con un servizio, volto a sottolineare l’importanza dello stesso. Quelle orme infatti, sono le più antiche tracce dei sauropodi, la specie più grande dei dinosauri erbivori vissuti tra il triassico e il cretacico superiore. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Terza pagina
 

Articoli correlati


Nella stessa categoria