S. Giovanni I./Archeologia, verso la chiusura della campagna scavi 2017 a Fabrateria Nova


S. Giovanni I./Archeologia, verso la chiusura della campagna scavi 2017 a Fabrateria Nova

SAN GIOVANNI INCARICO - Con L'Open Day di giovedì scorso la "Campagna Scavi 2017 " si avvia verso la fase conclusiva. Il plauso del sindaco Paolo Fallone e dell'Assessore alla Cultura Gaetano Battaglini è andato a tutti gli archeologi e, in modo particolare, alla coordinatrice scientifica la la professoressa Andreina Valchera.
La campagna scavi ha dato i suoi frutti vedendo, peraltro, la partecipazione di un gran numero di persone all'Open Day caratterizzato da visite guidate sui siti interessati in località Civita. Qui si é tenuta la presentazione dei risultati scientifici prodotti dal faticoso e paziente impegno del gruppo di archeologi, coordinati dalla professoressa Valchera.
"La campagna di scavo 2017 ha lo scopo  - ha spiegato la professoressa Andreina Valchera - di mettere in luce il perimetro dell'Edificio B, situato ad est della strada glareata, e ad indagarne sia i livelli di crollo che i piani pavimentali. Lo scopo - conclude la Valchera  - è quello di fornire indicazioni cronologiche sulle varie fasi di occupazione dell'edificio e di comprenderne la destinazione d'uso". Questi risultati si sommano a quelli degli anni precedenti che fanno di questo sito un polo significativo di rilevante interesse archeologico. Tutto questo è stato consentito grazie alla partecipazione e all'impegno dall'Università del Salento su concessione del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo la cui direzione scientifica è stata affidata alla  professoressa  Adriana Valchera, Dipartimento di Beni Culturali, Università del Salento, con la collaborazione tecnico-scientifica del dottor Antonio Leopardi. "I risultati di questa campagna scavi - dichiarano il sindaco Paolo Fallone e l'assessore alla Cultura Gaetano Battaglini - sono il frutto dell'impegno di studenti e archeologi che, come ogni anno, danno il loro contributo per lo sviluppo di questa preziosa zona archeologica. A loro,  all'Università del Salento, al Ministero dei Beni Culturali va il nostro ringraziamento. Uno speciale plauso va, però, alla coordinatrice scientifica la professoressa Andreina Valchera che, con estrema professionalità è riuscita anche per questa campagna scavi a raggiungere gli obiettivi prefissati i cui benefici ricadono su questo nostro territorio. Questi, come i risultati ottenuti negli anni passati, - concludono Fallone e Battaglini - impongono una seria riflessione sulla necessità di programmare il futuro sviluppo di una zona così densa di reperti archeologici a motivo della presenza dell'antica città romana Fabrateria Nova".

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Terza pagina
 

Articoli correlati


Nella stessa categoria