Cassino, registro tumori: Dragonetti lancia gli hashtag #IoStoconCarmine, #IoVoglioilRegistro


Cassino, registro tumori: Dragonetti lancia gli hashtag #IoStoconCarmine, #IoVoglioilRegistro

CASSINO - Registro tumori, il coordinatore provinciale di Popolari per l’Italia Niki Dragonetti, condividendo in pieno l’appello lanciato su queste colonne dal consigliere Carmine Di Mambro, ha lanciato l’iniziativa, «che non sarà solo “social”» ha tenuto a precisare, «#IoStoconCarmine - #IoVoglioilRegistro».  Un doppio hashtag coniato appositamente per «creare gruppi di pressione sulla regione Lazio affinché l’ente trovi immediatamente, e sottolineo immediatamente, le risorse per assicurare a questa provincia dimenticata da Dio un fondamentale strumento di monitoraggio» ha spiegato ieri il giovane attivista politico cassinate. «Cassino un tempo era il distretto dell’automotive - ha aggiunto - ma pian piano sta diventando quello dei rifiuti! Nella nostra città e nel cassinate, tante, troppe, e talvolta dimenticate, sono le bombe ecologiche innescate da tempo. Dopo anni il caso Nocione resta irrisolto, i rilievi effettuati sull’inceneritore di San Vittore rilevano parametri non chiari, le discariche a cielo aperto sono ormai la normalità, i siti inquinati non vengono bonificati e la nostra gente, i nostri concittadini, continuano ad ammalarsi.  A nome del mio partito dunque - ha evidenziato Dragonetti - non posso che essere solidale con il consigliere comunale Carmine Di Mambro. Condivido in toto le sue affermazioni sulla latitanza della regione Lazio che sul registro dei tumori continua a non muovere un dito dopo annunci a cui non si dà mai seguito. Concordo con il consigliere anche sulla mancanza di sinergie della Asl con i territori, sulla burocrazia lenta, e soprattuto sulla inspiegabile mancanza di fondi da impiegare per progetti realmente utili al cittadino come questo. Una famiglia su tre  in questa città sa cosa significa vivere il dramma di certe patologie oncologiche, e mentre per tutti noi la situazione è chiara, le istituzioni dormono. Ma ora è arrivato il momento di agire e di dare la sveglia a chi di dovere. E per sortire effetti, come io mi sono schierato, oggi, dalla parte di Carmine Di Mambro, facendo anche mio il suo appello alla regione, vorrei che altrettanto facessero tutti i cittadini di Cassino ed ogni singolo residente del nostro territorio. La politica non c’entra nulla. Su questo tema servono azioni serie, non polemiche. Con gli hashtag #IoStoconCarmine, #IoVoglioilRegistro, dobbiamo tutti fare in modo che il nostro territorio, all’unisono batta i pugni, solo per il momento in maniera virtuale, sul tavolo della regione per rivendicare il nostro diritto alla salute. A Carmine Di Mambro - ha poi concluso Niki Dragonetti - va dunque  il mio personale plauso per la battaglia che sta conducendo, che mi vedrà sempre al suo fianco».                                 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Governi del territorio
 

Articoli correlati


Nella stessa categoria