"Selfie di Noi": dalla Ciociaria alla Liguria Gemma Edizioni raccoglie l’entusiasmo degli alunni


"Selfie di Noi": dalla Ciociaria alla Liguria Gemma Edizioni raccoglie l’entusiasmo degli alunni

CECCANO - Il rumore del mare, le voci dei bambini, il profumo di salsedine. E’ lì, a pochi metri dal Red Carpet, il tappeto rosso più lungo del mondo che va da Rapallo a Portofino, che si è svolta la presentazione estiva dei progetti di Gemma Edizioni, davanti ad un pubblico ligure e di turisti interessatissimi. Un pomeriggio diverso quello proposto dal team della casa editrice fabraterna; una piacevole chiacchierata tra amici mentre si sorseggia uno spritz e si assapora l'ottimo yogurt della gelateria Portobello. Un aperitivo letterario unito ad un assaggio delle favole e dei racconti presenti nelle pubblicazioni di Gemma Edizioni che ha coinvolto anche il pubblico. Azzurra era una delle spettatrici presenti ed ha conquistato tutti con la lettura improvvisata delle favole tratte dai 6 volumi di “Favole di Cioccolata”. Una casa editrice coinvolgente, capace di far diventare protagonisti i propri lettori. Ospiti d'onore i ragazzi del Liceo Parini di Seregno, in provincia di Monza Brianza, fautori insieme alla professoressa Eliana Sormani, dell'organizzazione dell'evento. Sono stati loro, infatti, a prendere i contatti con il Comitato di San Michele di Pagana, nella persona del signor Silvano. Titolare di una libreria indipendente di Rapallo, è stato ben felice di accogliere l'entusiasmo di questi ragazzi. Ed ecco Elisa, diciannovenne di Seveso, che spiega entusiasta il progetto che ha coinvolto tutta la sua scuola e che ha reso possibile la pubblicazione del volume n. 6 di “Selfie di Noi”. «Il percorso di Alternanza Scuola-Lavoro che ho affrontato con i miei compagni - racconta la giovanissima- durante quest'anno scolastico è stato molto interessante e utile. All’inizio la mia classe non aveva colto l’essenza del progetto: condividere le proprie abilità con gli altri per produrre un libro scritto da noi studenti, creare un prodotto culturale che sarebbe stato pubblicato e venduto in tutta Italia, ci sembrava un sogno impossibile da realizzare. Mi ricordo ancora quando la nostra  professoressa ha proposto, un lunedì mattina alla prima ora, a me e ai miei compagni di classe, il progetto. Non so davvero se fossimo più stupiti o spaventati. Nell’arco di pochi mesi abbiamo partecipato a 10 incontri di formazione con professionisti. Dopo il primo incontro con Gemma Gemmiti, la fondatrice della casa editrice Gemma Edizioni, la paura ha lasciato il posto al coraggio e alla voglia di fare. Il suo sorriso e il suo entusiasmo mi hanno contagiata subito e accompagnata per l’intero anno scolastico. Poi creare volantini, relazionarmi con miei coetanei per convincerli a pubblicare un racconto; illustrare il progetto a bibliotecari, personale scolastico, professori; scrivere email a dirigenti, giornali, sindaci, assessori; imparare nuove regole grammaticali; utilizzare programmi per editare i testi ricevuti…Insomma, alla fine mi sono messa in gioco! Ho cercato di dare tutta me stessa, di aiutare le persone a sentirsi all’altezza dell’incarico ricevuto. La serata di presentazione del 12 maggio, il debutto, per me è stata un'emozione incredibile: mi sono sentita parte di un gruppo, come io e miei compagni non eravamo da tempo, ormai. Uniti verso un unico obiettivo, rendere indimenticabile questa esperienza per noi per gli altri diffondendo l'amore per la scrittura e la lettura. Abbiamo messo a disposizione di tutti le nostre abilità; ognuno di noi ha donato all’altro qualcosa che ha reso stupenda l'attività. Pomeriggi passati con i miei compagni e la mia professoressa a scuola o in biblioteca anche durante le vacanze, per creare un libro più nostro che mai. Correggere i testi, che per me è un lavoro davvero difficile; nonostante tutto, sono riuscita a dimostrare in primis a me stessa che con la forza di volontà, l’impegno e la determinazione, le cose si possono fare e anche bene. Sono riuscita a prendere consapevolezza delle mie capacità, ad avere più  fiducia e a contare sull’altro.  Arricchimento, impegno, consapevolezza, uguaglianza, condivisione, squadra. Queste sono le parole che mi vengono in mente pensando a questa meravigliosa esperienza. Viviamo la stessa realtà dei “grandi” in due mondi paralleli, che spesso si incontrano, ma raramente si comprendono. Poche persone sono come Gemma Gemmiti, che ha creduto nei giovani dando a tutti noi la possibilità di pubblicare un libro. La collana “ Selfie di NOI” è un autoritratto per gli adulti di oggi e di domani. Abbiamo spalancato le porte di un mondo fantastico fatto di sogni, desideri, amori, sofferenze, il nostro mondo. Il libro può essere letto da chiunque voglia capire e scoprire il mondo dei giovani d'oggi. L’esperienza che ho vissuto è stata una delle più belle, un ricordo che rimarrà sempre nel mio cuore e che mi accompagnerà per tutta la vita». Il commento della professoressa Eliana Sormani, tutor interno del Liceo Parini di Seregno è ricco di entusiasmo. «L'esperienza svolta dalla mia classe in collaborazione con la Casa Editrice Gemma Edizioni, si è rivelata un'occasione di crescita e di acquisizione di abilità unica ed inimmaginabile per tutti i miei alunni. Noi possiamo sicuramente affermare che legge 107/2014, legge della "Buona scuola" all'interno della quale è stata resa obbligatoria l'esperienza dell'Alternanza  scuola lavoro non solo per gli Istituti Tecnici e Professionali, ma anche per gli indirizzi scolastici liceali, può dare un valore aggiunto al nostro sistema scolastico. Grazie a Gemma e alla sua casa editrice, i miei alunni hanno avuto l'opportunità di mettersi alla prova come scrittori, editor, grafici e non solo. L’entusiasmo e la passione che crescevano, con il concretizzarsi del loro lavoro e delle loro fatiche trasformandosi  in un prodotto reale, di cui si sentivano gli unici artefici, li ha spinti ad elaborare un’ottima politica di marketing, interagendo attivamente con molteplici enti pubblici e privati, promuovendo  “Selfie di noi 6” su tutto il territorio nazionale, grazie all’uso dei social network e dei tradizionali mezzi di comunicazione, coordinati da un encomiabile ufficio stampa. Lavorare insieme ha reso sicuramente più coeso il gruppo classe e ha permesso una maggiore collaborazione tra i tre indirizzi liceali da cui è formato il nostro istituto,  coinvolgendo più di una sessantina di studenti. Fondamentale all’interno di questo percorso è stato sicuramente il rapporto costruito tra la scuola e la casa editrice fin dal momento iniziale. Progettare insieme per permettere una adeguata realizzazione e valutazione del lavoro svolto è un presupposto fondamentale per la buona riuscita di un  percorso di alternanza scuola lavoro. I ragazzi si sono sentiti valorizzati a tal punto dai tutor esterni e dal risultato ottenuto, che si sono spinti ben oltre quanto prestabilito, organizzando addirittura uno spettacolo teatrale di presentazione del prodotto, mettendo in gioco le proprie competenze musicali ed artistiche non solo all'interno della propria scuola, ma negli istituiti e enti culturali del territorio per farsi promotori attivi della cultura. Come tutor interno del progetto posso dire di essere stata talmente tanto gratificata dalla collaborazione con Gemma Edizioni, da proporre per il prossimo anno scolastico ben altri tre progetti di editoria all'interno del mio liceo e di diffondere tale iniziativa nelle scuole del mio territorio e non solo, avendo candidato la mia classe a partecipare all'evento di  BookCity BCM2017 a Milano e organizzando una serie di eventi pubblici per promuovere la lettura e la scrittura tra gli adolescenti da parte degli adolescenti stessi. Ci aspetta dunque un autunno pieno di iniziative che realizzeremo ancora insieme a Gemma Edizioni all'interno di tutta la penisola italiana». 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Prima fila
 

Articoli correlati


Nella stessa categoria