Asl di Frosinone, incentivi al personale: i sindacati chiedono riconteggio per irregolarità


Asl di Frosinone, incentivi al personale: i sindacati chiedono riconteggio per irregolarità

FROSINONE - La Fp Cgil, la Cisl Fp e la Uil Fpl di Frosinone - con una nota diffusa ieri dai segretari Coscia, Caschera e Pandolfi - hanno denunciato al Commissario Straordinario della Asl di Frosinone e alla Regione Lazio «gravi irregolarità nella ripartizione degli incentivi al personale del Comparto. Queste organizzazioni sindacali hanno riscontrato che i calcoli effettuati dall'Azienda non hanno garantito l'imparzialità tra tutti i lavoratori: sembrerebbe ad esempio che dipendenti part time abbiano ricevuto una quota pari (a volte superiore) al personale a tempo pieno, insieme ad altre anomalie».
Le tre sigle sindacali della funzione pubblica di Frosinone hanno chiesto urgentemente di procedere ad un'immediata rettifica dei conteggi e «ricordano a tutti i lavoratori che unitariamente già a febbraio 2017 avevano sollecitato alla Asl di Frosinone il pagamento, con lo stipendio di aprile 2017, degli incentivi, mettendosi a completa disposizione della Asl per la corretta risoluzione della problematica, senza ricevere alcun riscontro. Evidentemente la Asl di Frosinone ha privilegiato “altri interlocutori” per effettuare i necessari conteggi, con risultati disastrosi».
La Fp Cgil, la Cisl Fp e la Uil Fpl denunciano che l'irregolarità ed arbitrarietà delle liquidazioni contestate si traducono in ingiuste penalizzazioni per chi ha diritto di ricevere somme maggiori, a vantaggio ingiustificato di coloro che dovevano subire le previste decurtazioni, configurando la responsabilità contabile del dirigente prevista dalla normativa vigente in materia». Coscia, caschera e Pandolfi ricordano, infine, di aver  sollecitato la Asl di Frosinone a procedere alla liquidazione delle spettanze dovute in maniera e tempi contestuali a tutto il personale del Comparto e delle Aree della Dirigenza, «al fine di garantire pari trattamento e non alimentare malcontento e divisioni tra i lavoratori a vantaggio di un maggiore benessere organizzativo e della qualità dei delicati servizi erogati all'utenza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Economia e lavoro
 

Articoli correlati


Nella stessa categoria