Cassino in Sardegna con l’incognita Maraucci cerca il primo colpo da tre punti in trasferta


Cassino in Sardegna con l’incognita Maraucci cerca il primo colpo da tre punti in trasferta

CASSINO - Il primo squillo in trasferta nella prima delle sei trasferte in Sardegna. Il Cassino è pronto a spiccare il volo. Non solo da Fiumicino, dove quest’oggi alle 13,30, e dopo aver svolto una breve ma intensa seduta di rifinitura mattutina allo stadio “Salveti, la squadra e lo staff azzurro al seguito partiranno alla volta di Cagliari per poi affrontare le due ore di pullman con destinazione Tortolì, in provincia di Nuoro, sede della gara domenicale valevole per la sesta giornata di campionato. Anche sul rettangolo verde i cassinati proveranno a volare, con l’intento di dare continuità all’ottimo rendimento casalingo andando a caccia della prima vittoria esterna della stagione. 
«Vogliamo compiere un ulteriore salto di qualità - spiega il tecnico azzurro Corrado Urbano alla vigilia della partenza - e per riuscirci occorre confermare quanto di buono mostrarto negli ultimi turni. La classifica e le prestazioni hanno trasmesso alla squadra serenità e fiducia: scenderemo in campo per vincere ma l’importante è tornare a casa con un risultato positivo».Mister Urbano è perfettamente consapevole delle insidie che la sua squadra dovrà affrontare e superare nell’insidiosa trasferta sarda. 
«Il Tortolì è un complesso arcigno e bene organizzato - afferma l’allenatore benedettino - che, giocando con il classico 4-4-2, cerca spesso di scavalcare il centrocampo avversario con lanci e transizioni in verticale per le due punte. Servirà una gestione della gara molto attenta da parte nostra, un Cassino gagliardo, tosto e battagliero per avere la meglio di un avversario ostico e temibile soprattutto tra le mura amiche».
La buona notizia è il recupero dell’esterno offensivo Celiento, quella brutta la probabile indisponibilità del centrale difensivo e capitano azzurro Maraucci. 
«Celiento si è allenato regolarmente in gruppo ed è a disposizione - conclude Urbano - Rispetto ai giovani che lo hanno sostituito è un giocatore pronto e capace di dare imprevedibilità, fantasia e concretezza in attacco. Per quanto concerne le condizioni di Maraucci, uscito acciaccato dalla sfida col Sassari, valuteremo solo dopo la rifinitura un suo eventuale impiego anche se in settimana è rimasto fermo non allenandosi con i compagni». Nel caso in cui non dovesse farcela, al fianco di Moracci dovrebbe agire Brunetti, con Gernone e D’Alessandro a completare la linea difensiva davanti a Della Pietra. A centrocampo il trio composto da Partipilo, Darboe e Ricamato supporterà l’attacco formato da Tribelli, Giglio e Celiento.Arbitrerà la sfida di Tortolì il fischietto Simone Biffi di Treviglio coadiuvato dagli assistenti Di Lauro di Frattamaggiore e Treve di Seregno.
 

LE ALTRE SFIDE
Il sorprendente Sff Atletico può incassare la sesta vittoria consecutiva ospitando un Monterosi in crisi nera dalla quale però potrebbe risollevarsi in qualunque momento visto il potenziale a disposizione. Stessa situazione che sta vivendo il Latte Dolce che riceve l’Ostiamare con l’obiettivo imprescindibile dei tre punti. Occhi puntati sul Rieti che nel derby in casa del Flaminia prima di tutto cercherà di conservare l’imbattibilità e poi magari a proseguire la striscia fatta di 3 vittorie. Due le sarde in arrivo sul continente, il Budoni che va ad Albano per incrociare quell’Albalonga che sta vivendo un momento particolarmente positivo  e il Lanusei che poco più a sud si recherà ad Anzio per scrollarsi di dosso lo scomodo ultimo posto. 
Il Latina proverà a sfatare il tabù trasferta sul campo della Lupa Roma: cominciare a raccogliere punti anche lontano dal “Francioni” potrebbe consentire  il salto di qualità definitivo ai nerazzurri, mentre l’altra squadra della provincia pontina,  l’Aprilia, al contrario cercherà la prima vittoria sul terreno amico opposta però ad una delle migliori del lotto, il Trastevere che si è rilanciato prepotentemente issandosi al terzo posto. Obiettivo identico si prefigge il San Teodoro finora a secco nelle due partite casalinghe disputate e che si augura di interrompere il digiuno contro la Nuorese in una gara che potrebbe già rivelarsi delicata per quel che concerne la bassa classifica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sport
 

Articoli correlati


Nella stessa categoria