Cassino, i cori Collegium Musicum e Stella Maris vincono l’edizione 2017 di InCoroNazioni


Cassino, i cori Collegium Musicum e Stella Maris vincono l’edizione 2017 di InCoroNazioni

CASSINO - A vincere la seconda edizione del Concorso Corale Internazionale “InCoroNazioni” intitolato ad Antonio Grazio Ferraro sono stati ex aequo  i cori “Collegium Musicum” di Castelliri,  diretto dal maestro Fabio Pantanella, e “Stella Maris” di Vasto del direttore Paola Stivaletta. Al secondo posto si è classificato il coro “Voci sparse” di Sora, direttore maestro Giacomo Cellucci. Al terzo il coro “San Francesco Saverio” di Palestrina, direttore maestro Vinicio Lulli. Il premio speciale per il gregoriano, è stato assegnato  al coro “Stella Maris” di Vasto (Ch). Oltre a somme di denaro, coppe e targhe, i cori sono stati premiati anche con una copia del “Placito Cassinese”, conservato a Montecassino, e la medaglia di San Benedetto. La cerimonia di premiazione si è tenuta nel Salone “San Benedetto” dell’abbazia di Montecassino. La santa messa è stata animata dal canto gregoriano eseguito a cori alterni dai monaci e dal coro “San Giovanni Battista Città di Cassino”. Infine i cinque cori, oltre 150 coristi, insieme, hanno eseguito l’inno a San Benedetto di don Mariano Jaccarino, diretti dal maestro Fulvio Venditti. Sabato pomeriggio, a Cassino, presso la parrocchia di San Giovanni Battista, i quattro cori si sono esibiti in  gara. L’evento è stato presentato da Loredana Regoli. Ha preso la parola, la figlia del già sindaco Ferraro, Emilia, alla quale l’artista Brunella Neri, ha fatto omaggio di un quadro riportante la figura di Antonio Grazio. L’inizio della gara è stato preceduto dal coro “San Giovanni Battista Città di Cassino” che ha eseguito “O salutaris hostia” con musica composta dall’abate di Montecassino Bonifacio M. Krug. Questi sono stati i brani portati in scena dai cori: Coro Polifonico “S. Francesco Saverio” di Palestrina, con Popule meus (Palestrina) e Northern lights (Ola Gjeilo). A seguire, il Coro Polifonico “Voci sparse” di Sora, con Quel augellin che canta (C. Monteverdi), Tu es Petrus (L. Perosi) e il brano gregoriano Resurrexi. Il Coro Polifonico “Stella Maris” di Vasto,  con T’amo mia vita (Vittoria Aleotti), O nata lux (Morten Lauridsen) e il brano gregoriano Puer natus. Il Coro “Collegium Musicum” di Castelliri con: Sicut cervus (G.P. da Palestrina) e Ave Maria (Javier Busto). Tra il numeroso pubblico il vescovo Gerardo Antonazzo, don Antonio Colella, il consigliere regionale Mario Abbruzzese, Giuseppe Patrizi, il sindaco di Cassino Carlo Maria D’Alessandro, l’assessore alla cultura Nora Noury, gli sponsor dell’evento, i membri della famiglia Ferraro ed il Presidente Donato Formisano e vicepresidente Vincenzo Formisano  della Banca Popolare del Cassinate. La qualificata giuria invece è stata composta da Delfo Menicucci, presidente e da Mirella Caponetti, Susanna Pasticci, Alexander Schweitzer, Fulvio Venditti e Carlo Marinelli (segretario). Il sindaco D’Alessandro infine ha voluto sottolineare l’antica amicizia che univa la sua famiglia a quella di Antonio Grazio Ferraro.  «Un altro grande successo per la seconda edizione del concorso, grazie alla sinergia di tutte le risorse umane coinvolte - ha spiegato il maestro Fulvio Venditti, direttore artistico dell’associazione musicale “San Benedetto” -. Per l’aspetto organizzativo il plauso va ai miei coristi la cui abnegazione e disponibilità li ha resi una vera macchina da guerra in  tempo di pace. Sotto il profilo tecnico, poi, il lavoro della giuria è stato molto articolato e capillare. Andiamo avanti con maggior impegno verso ulteriori traguardi, perché  l'umiltà è il segreto per  raggiungere gli obiettivi. La consapevolezza dei propri limiti è l'orizzonte entro cui tali obiettivi devono essere racchiusi. Ringrazio il Padre Abate di Montecassino, dom Donato Ogliari, per avere accolto i partecipanti nel magnifico salone San Benedetto, la famiglia Ferraro, nelle persone di Emilia e Marcello, la Banca Popolare del Cassinate, nella persona del presidente Donato Formisano. Senza il loro prezioso finanziamento, questa manifestazione non avrebbe mai potuto vedere la luce, e invece, siamo già proiettati alla terza edizione del 2018».      

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Prima fila
 

Articoli correlati


Nella stessa categoria