Licenziamenti Fca, in corso lo sciopero di 8 ore della Fiom Cgil


Licenziamenti Fca, in corso lo sciopero di 8 ore della Fiom Cgil

PIEDIMONTE SAN GERMANO - Pochi giorni fa lo choc delle 532 mancate riconferme dei contratti interinali: da quel momento le riflessioni individuali e di corporazione si sono susseguite in numero considerevole. E dalla Fiom è arrivata la "chiamata alle armi" rivolta ai lavoratori della Fiom Cgil per uno sciopero di otto ore indetto per la giornata odierna, con presidio dinanzi ai cancelli dello stabilimento Fca di Piedimonte San Germano. I manifestanti si sono concentrati dalle 5 di questa mattina dinanzi allo stabilimento e si spera aumentino al cambio turno delle 13 per dare un segnale concreto e tangibile alle centinaia di ragazzi che sono stati mandati a casa alla scadenza del contratto. La Fiom, lo ricordiamo, aveva proposto al tavolo con Fiat la rotazione di tutti i somministrati. «Sarebbe stato un modo per non farli uscire dal circuito aziendale - hanno spiegato pochi giorni fa dal sindacato - visto che sostengono di volerli richiamare nei primi mesi del 2018. Ma la direzione aziendale ha deciso di recedere il rapporto di lavoro. Cassino, che doveva essere simbolo del rilancio del polo del lusso attravrso il marchio Alfa in Italia, è invece diventato il punto di debolezza che ancora una volta l’azienda scarica sui lavoratori». Tre i punti sostanziali perseguiti dalla Fiom: difesa occupazionale del territorio, stabilizzazione di tutti gli 830 lavoratori interinali, e creazione di un tavolo istituzionale per affrontare il futuro occupazionale e produttivo in Fca e nell’indotto. Lo sciopero di questa mattina si dirige proprio verso questa direzione. 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Economia e lavoro
 

Articoli correlati


Nella stessa categoria