Basket, Bpc Virtus Cassino vince la "quinta" e ritrova il lungo titolare Bagnoli


Basket, Bpc Virtus Cassino vince la "quinta" e ritrova il lungo titolare Bagnoli

CASSINO - Quinta vittoria consecutiva doveva essere, e quinta vittoria consecutiva è stata per gli uomini di coach Vettese, che grazie ad una sublime prestazione offensiva, con ben 110 punti realizzati, incominciano nel migliore dei modi una “lunga” settimana, che vedrà in campo i lupi rossoblù impegnati per altre due volte nell’arco di soli sette giorni.

Dieci uomini a referto, cinque uomini in doppia cifra e due doppie-doppie. Una serata davvero da incorniciare dunque per la società della presidentessa Donatella Formisano, che conquista così anche un altro piccolo record personale, non avendo mai portato a casa i due punti nel terzo campionato nazionale, per ben cinque volte l’una di seguito all’altra.

Queste le parole del soddisfatto DS rossoblù, Leonardo Manzari, al termine del match: “Sono molto contento per la prestazione dei miei ragazzi questa sera, e specialmente del ritorno in campo del nostro Simone Bagnoli, per il quale ringrazio ancora una volta lo staff sanitario di fiducia rossoblù, ed in particolar modo il nostro consulente ortopedico, Pasquale Ruo, collega ed amico, che ha lavorato in modo straordinario per rimettere in campo in soli due mesi questo grande campione. Sono felice, sia per noi come società che ritroviamo il nostro lungo titolare, ma anche per lo stesso Simone, il quale viene ripagato di tutti i sacrifici e di tutto il lavoro che ha portato avanti per poter tornare nel minor tempo possibile in campo. Ritornando all’analisi del match, la prima cosa che risalta agli occhi di tutti, è questa grande prolificità offensiva con cinque uomini in doppia cifra e dieci giocatori a referto. Una parola in particolare, però, questa sera mi preme spenderla per la straordinaria prestazione di un grande Niccolò Petrucci, che entrando dalla panchina è stato capace di ‘mettersi’ i compagni sulle spalle, e ‘spaccare’ la partita, come solo un giocatore con le sue capacità e qualità sa fare. Sarà un match, tuttavia, che oltre a rimanere inevitabilmente nelle nostre menti per le cinque vittorie consecutive, mai conquistate prima d’ora dalle ‘V’ rossoblù in questi quattro anni di Serie B, non dovrà essere sicuramente un punto di arrivo. Non dobbiamo fermarci e dovremo continuare nel giusto trend intrapreso anche con la Stella Azzurra Roma nel turno infrasettimanale, dove non sarà assolutamente una partita semplice. Per noi, in ogni caso, esisterà un solo ed unico risultato: la vittoria”.

Passando all’analisi del match, la Virtus Cassino parte con il “solito” quintetto base: Panzini, Del Testa, Carrizo, Cena e Sergio; risponde coach Condello, con Marinello, Di Coste, Pozzi, Sorrentino e Forte. Parte subito bene la squadra ospite, che fino al ‘5 rimane in vantaggio per 13-12, guidata da un ottimo Pozzi, che nel solo primo quarto mette a referto nove punti; Panzini, però, dall’altra parte dirige le danze a suo piacimento, sfornando assist come cioccolatini (6 nel solo primo quarto, ndr), mentre Sergio e Cena capitalizzano ogni occasione a disposizione, mettendo a referto in due ben 19 punti. Botta e risposta delle due squadre, che culmina in un 28-22 per i padroni di casa sulla sirena che sancisce la fine della prima frazione di gioco. 

Dopo il mini-break, si rientra in campo, e la Virtus Cassino decide di “azzannare” il match e “scalciare via” gli avversari. Sale in cattedra, allora, l’MVP di serata Niccolò Petrucci, che “scrive” 16 punti nel solo 2° quarto, che, con un 3/3 da due ed un 5/7 da tre punti, fanno salire a 21 il suo bottino personale. In un quarto, in casa Virtus, segna quasi solo il numero ‘8’ (24 i punti a referto nel secondo quarto per gli uomini di Vettese, ndr), che permette ai suoi di chiudere sul più 14 il secondo tempo di gara.

Si rientra dall’intervallo lungo, e Condello sembra aver scosso a dovere i suoi negli spogliatoi. I giocatori in maglia bianco-rossa, infatti, sembrano entrare in campo con la giusta cattiveria agonistica, e con la giusta fame per rientrare nel match, soprattutto grazie ai 21 di Pozzi, ai 14 di Sorrentino e ai 10 di Paunovic; alla luce di ciò, Vettese rimette in campo Carrizo, e la Virtus riacquista tranquillità e ritmo, trovando in Del Testa, la vera arma in più per vincere anche il terzo tempo di gara per 29-27 (14 punti nel solo terzo periodo per il capitano rossoblù, ndr). Il tabellone, allora, all’ultimo mini-intervallo recita 81-65 in favore della Virtus Cassino, con un tripla quasi da centrocampo di Carrizo sullo scadere del tempo, che manda in visibilio il pubblico di fede rossoblù.

Nel quarto periodo, c’è spazio per tutti; i benedettini consolidano il vantaggio anche con l’entrata degli “under”, e la rotazione magistrale dei “senior” da parte dello staff tecnico. A Cena, Del Testa e Petrucci, allora, non resta altro che consolidare la doppia cifra, mentre per Sergio e Panzini, arriva la doppia-doppia di serata, con 22 punti e 11 rimbalzi per il primo, e 14 punti e 13 assist per il secondo. 

Scendono, con ciò, i titoli di coda al PalaVirtus, ed il risultato finale è di 110-83 in favore della squadra di casa in maglia rosso e blu (29-18 il risultato dell’ultima frazione di gioco, ndr).

Prossimo appuntamento per la Virtus Cassino, fuori casa nel turno infrasettimanale di mercoledì 6 dicembre alle ore 19:00, all’Arena Altero Felici di Roma, contro la Stella Azzurra Roma di coach Germano D’Arcangeli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sport
 

Articoli correlati


Nella stessa categoria