L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Alcuni momenti durante la presentazione agli studenti Alcuni momenti durante la presentazione agli studenti

“DifferenziAmo Pontecorvo”, parte il progetto di sensibilizzazione alla raccolta differenziata

Al via il progetto di sensibilizzazione alla raccolta differenziata “DifferenziAmo Pontecorvo” voluto dall’amministrazione della Città fluviale guidata dal Sindaco, presente venerdì mattina presso la Scuola Media San Tommaso insieme all’assessore all’ambiente, Nadia Belli, che lavora alla macchina organizzativa del servizio di raccolta differenziata ormai in dirittura d’arrivo. Di una vera e propria «rivoluzione culturale» ha parlato il Sindaco, riferendosi al processo di tutela del territorio che deriverà dalla corretta differenziazione delle materie prime secondarie da parte di tutti i cittadini. «Abbiamo approvato quello che è a tutti gli effetti un progetto innovativo per la nostra Città. Un plauso va all’assessore all’ambiente, Nadia Belli, - ha precisato il Sindaco - che ha scoperto un sistema avanzato partecipando all’Ecofiera nazionale dedicata alle ecotecnologie». È stata proprio lei, coadiuvata dallo staff che porterà avanti la campagna di comunicazione e informazione nelle scuole, a parlarne ai giovani allievi della scuola media e della primaria, sottolineando l’importanza del loro ruolo nel diffondere la cultura della differenziata anche presso genitori ed amici: «La differenziata a Pontecorvo – ha svelato l’assessore Belli - non sarà porta a porta. Ogni quartiere avrà una Eco-Isola. Il progetto, curato dall’ingegnere ambientale Elisa Guerriero e già approvato in Giunta, prevede l’installazione di 80 “isole di prossimità” che serviranno circa 200 utenze ognuna. Si tratta di un progetto rivoluzionario perché questo nuovo sistema permetterà ai cittadini (dotati di una card dedicata) di poter conferire in qualsiasi orario della giornata, 24 ore su 24, in un unico punto di raccolta più tipi di rifiuti (carta, vetro, plastica, indifferenziato e umido). Ci piace pensare che i cittadini siano responsabili in maniera libera, senza obblighi – ha continuato l’assessore all’ambiente -. Ma sarà attivo un sistema di videosorveglianza e un sistema di registrazione e monitoraggio che garantirà un controllo in tempo reale dei conferimenti e degli utenti realmente coinvolti. I cittadini più bravi saranno anche premiati. Il sistema permetterà al nostro Comune di attivare una “tariffa puntuale”, calcolata in base al conferimento effettivo, immaginate con una notevole riduzione delle tasse» - ha sottolineato Belli -. Per rendere più agevoli e immediate le comunicazioni il Comune attiverà anche una “    App” dedicata. Il servizio avrà bisogno ancora di qualche mese per partire a tutti gli effetti, superati alcuni passi burocratici sarà realtà. Entusiasti gli alunni e le insegnanti dell’Istituto Comprensivo 1 di Pontecorvo, guidati dalla Preside, Maria Venuti, per essere stati i primi a conoscere questo progetto. E’ proprio dalle scuole che gli amministratori di Pontecorvo hanno voluto iniziare il percorso di informazione, sicuri dell’impegno delle future generazioni che certamente hanno a cuore la tutela del territorio. In una “flash-lesson” hanno compreso come i rifiuti possono diventare “risorse”. Il prossimo incontro con le scuole di Pontecorvo, il 15 marzo a “Fornelle” e di nuovo alla San Tommaso.

 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it