L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Un'esultanza di Ciofani (foto Frosinonecalcio.com) Un'esultanza di Ciofani (foto Frosinonecalcio.com)

Frosinone, la sconfitta brucia ma hai perso soltanto una battaglia

 Il Frosinone a Palermo perde un'altra gara e soprattutto il primato in classifica di questo campionato che tutto e tranne che banale. Una sconfitta che sulla carta poteva starci ma che non preclude affatto quanto di buono si sta realizzando. Ha pienamente ragione il direttore Ernesto Salvini che nell'immediato dopo-gara (da navigato dirigente sa bene che e meglio intervenire quando si perde che quando si vince) ha espresso dei concetti chiari e lungimiranti che in sintesi esprimevano questo concetto: Abbiamo perso una battaglia ma la guerra possiamo ancora vincerla noi! Chiaramente la sconfitta brucia, se non altro perché il Frosinone non sta viaggiando in questo ultimo mese certamente a ritmi esagerati, anzi! Longo forse dovrà riflettere su alcune scelte ma l'impianto di gioco è buono, anzi ottimo. L'impressione comunque (e questa l'abbiamo sempre avuta) è che questa squadra sia assolutamente retta dallo strapotere tecnico di alcuni suoi elementi e quando si bloccano o non riescono a tirar fuori dal cilindro la giocata spettacolare si fa fatica. C'è da fare insomma un monumento ad alcuni giocatori (Ciofani e Ciano su tutti) perché la loro forza sta trascinando questa squadra in classifica. La lotta per la promozione diretta in Serie A è assolutamente complicata se si considera che comunque vada una tra Frosinone Empili e Palermo dovra per forza di cose essere tagliata fuori alla fine, ma il Frosinone ha tutte le potenzialità per uscirne bene! Come del resto pero' le aveva la scorsa stagione a questo punto del campionato. Ecco perché dunque l'importante ora è esclusivamente riuscire a mantenere i nervi saldi. Il campionato adesso si deciderà più su questo aspetto che su quello tecnico. Andranno in A direttamente le squadre piu calme e che sapranno gestire meglio le tensioni. Che il Frosinone sia fortissimo tecnicamente nessuno ormai lo mette in dubbio! E il direttore Salvini lo ha compreso, ecco il perché di quelle parole al termine del match di Palermo. La sfida per la A diretta si gioca tutta sui nervi. Qui Palermo - Il presidente del Palermo Maurizio Zamparini ha commentato la vittoria sul Frosinone: "È stato un bellissimo successo, anche dal punto di vista psicologico. Abbiamo ritrovato il Palermo che avevamo abbandonato alla fine del girone d'andata e penso che arriveremo così fino alla fine", si legge sul Giornale di Sicilia. Il patron rosanero affronta poi la tematica classifica: "Sappiamo che da qui in avanti dobbiamo cercare di vincerle tutte, perché abbiamo al nostro fianco due avversarie molto forti ovvero Empoli e Frosinone. Sono convinto però che questo Palermo stia venendo fiori e che possa andare in Serie A tranquillamente". Frosinone Primavera, la squadra va forte! - Dopo la vittoria per 1-0 del Frosinone Primavera contro i pari età della Ternana, è intervenuto l'allenatore canarino David D'Antoni per parlare appunto del momento molto positivo dei ragazzi giallazzurri. Ecco le parole del mister ciociaro: "Più si va avanti questo Campionato e più i punti cominciano a pesare. Avevamo molte aspettative per la sfida contro la Ternana perchè dopo la vittoria di Benevento dovevamo confermarci. Siamo stati autori di una buona prestazione, peccato solo non chiudere prima la partita viste le numerose occasioni da gol che abbiamo creato dopo l'1-0. Abbiamo gestito male un paio di ripartenze, su cui bisognerà lavorare. Non ricordo parate importanti del nostro portiere e questo testimonia che siamo stati noi a fare la partita.I ragazzi hanno gestito i momenti all'interno della partita, soprattutto quando gli animi si sono accessi. Abbiamo ancora quattro partite da disputare e dobbiamo puntare al massimo, poi alla fine si tireranno le somme. Se arriveranno i play-off sarà una soddisfazione per tutti".

 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it