L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Una delle immagini andate in onda ieri al Tgr Una delle immagini andate in onda ieri al Tgr

Le telecamere Rai in città per l’asfalto Baghdad-style e le strade di nessuno

Anche il telegiornale regionale della Rai si sta interessando alle condizioni disastrose delle principali arterie stradali cassinati, divenute nel tempo mulattiere che metterebbero a dura prova anche i Suv 4x4 più “hardcore”. In un servizio andato in onda ieri alle ore 14, i giornalisti di via Mazzini hanno parlato della drammatica condizione delle vie cittadine e dell’area industriale, che nonostante segnalazioni ed appelli lanciati da imprese e residenti, da anni continua ad essere una delle zone più pericolose per automobilisti e camionisti. Al pari del lungofiume: una strada che costeggia il Rapido dove a buche enormi ed asfalto scivoloso si aggiunge l’assenza di guardrail. Il Tgr Lazio inoltre ha parlato anche delle innumerevoli iniziative realizzate dalla cittadinanza cassinate allo scopo di denunciare i rischi a cui sono esposti praticamente tutti i residenti di Cassino, pedoni compresi. In onda infatti, sono andate anche le immagini ironiche dei “pinocchi” piazzati nelle voragini stradali in segno di protesta. Un passaggio è stato fatto anche in merito al piano di manutenzione straordinaria recentemente annunciato dall’amministrazione D’Alessandro, ai circa 20mila euro di investimenti per le situazioni più critiche, ma anche alla necessità di attendere altri 10-15 giorni per vedere i primi risultati. Poi il capitolo sulle cosiddette “strade di nessuno”. Arterie sulle quali sembra non ricadere la competenza di nessun ente pubblico. A Cassino il caso più clamoroso è senza dubbio quello di via Sferracavalli, dove kilometri e kilometri di strada potrebbero non avere gestori. Neanche un vertice in municipio recentemente convocato dal sindaco D’Alessandro ha sciolto i dubbi di tecnici ed amministratori: la competenza forse è dell’Anas, forse no. E così serviranno altri tavoli e dovranno essere raccolti chissà quanti  altri documenti per venire a capo della questione. Intanto il dramma delle strade dissestate sta investendo anche Frosinone, dove la procura ha aperto un fascicolo ad hoc e la prefettura ha già cominciato ad incontrare sindaci e tecnici comunali (nei giorni scorsi un sopralluogo è avvenuto anche a Cassino) allo scopo di definire una road map d’emergenza e spingere gli enti locali ad investire sulla sicurezza stradale con i fondi già a bilancio. Il servizio andato in onda a Rai3 si è poi concluso con l’intervento di Giammarco Florenzani, segretario provinciale dell’associazione Codici, che ha sollecitato gli automobilisti a collaborare al fine di ottenere, dagli enti che gestiscono le strade della provincia, i risarcimenti per i danni causati a cose  e persone.       

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it