L'Inchiesta Quotidiano OnLine
evento ad Atina

Riflessi della Grande Guerra tra Ciociaria e alta Terra di Lavoro

Era il 6 marzo 1918 quando, ad Atina, si svolse una grande dimostrazione ostile al sindaco per il rigore che usava nel rilasciare le tessere di macinazione. Il tutto iniziò intorno alle 13.00 quando, una folla di circa seicento persone, riunitesi al suono della campana della Cappella di Settignano, avanzò animosamente verso il capoluogo, lontano poco più di due chilometri. Al Ponte Nuovo, dove ai manifestanti si unirono altri provenienti dalla contrada Rosanisco, la folla si armò di ciottoli del torrente Mollarino, riempiendone zaini, borse, sacchetti e ceste, peraltro portate in testa dalle donne, che erano le più risentite, avviandosi quindi verso il centro urbano dove... È una delle tante storie del territorio connesse al primo conflitto mondiale che Costantino Jadecola racconta nel suo ultimo libro “Riflessi della Grande Guerra tra Ciociaria e Alta Terra di Lavoro”, che sabato prossimo, 14 aprile, alle ore 17.00, verrà presentato dall’autore ad Atina presso il salone d’onore del Palazzo ducale per iniziativa dell’amministrazione comunale e della locale biblioteca preceduto da un saluto del sindaco, ing. Silvio Mancini, e seguito dalla proiezione del documentario di Stefano Viaggio “Margherita del Nero. Lettere al fonte 1915-1918”. «Non è stato per niente facile indagare su ciò che accadde nelle nostre contrade oltre cento anni or sono - scrive Costantino Jadecola - quando, alla notizia dell’entrata in guerra dell’Italia, inevitabilmente ci fu un giustificato e diffuso disorientamento. Non è stato facile perché di quella guerra non è che se ne sia parlato molto in questi cento anni. Ed anche le memorie locali sono state piuttosto avare in tal senso vuoi per la superficialità che è stata riservata all’argomento vuoi soprattutto per il forte impatto che la Seconda guerra mondiale ha avuto sul nostro territorio violando l’intimità delle abitazioni e distruggendo così frammenti di ricordi che, altrimenti, ci sarebbero di sicuro pervenuti».

 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it