L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Le sponde del Fiume Liri

Il sindaco diffida L'Ardis: dieci giorni per ripulire le sponde del Fiume Liri

In un modo o nell’altro i cittadini di Pontecorvo entro dieci giorni potranno tornare a guardare il Fiume Liri liberato dalla vegetazione che in questi ultimi mesi ha sovrastato le sponde laterali. Ieri infatti, il sindaco di Pontecorvo ha diffidato l’A.R.D.I.S  ad intervenire entro 10 giorni dalla ricezione del documento inviato nella mattina di ieri. Entro il 17 agosto, dunque tornerà il decoro nel tratto che percorre il rione Pastine, visto che la diffida è stata ricevuta ieri stesso. La richiesta è quella di provvedere con un intervento di manutenzione straordinario del tratto fluviale, tale da eliminare gli arbusti e la folta vegetazione che nel corso del tempo ha preso il sopravvento. Se cosi non sarà, l’amministrazione comunale procederà autonomamente ed affiderà l’incarico ad una ditta specializzata. Le spese poi saranno addebitate all’Ardis. Da tempo ormai, da più parti, anche dall’opposizione consiliare sopraggiungevano richieste di intervento da parte dell’amministrazione comunale. Si chiedeva infatti che il sindaco sollecitasse l’ente ad un intervento che ridesse decoro al fiume. In effetti già lo scorso 22 giugno il comune ha chiesto alla direzione regionale risorse idriche e difesa del suolo la pulizia delle sponde laterali nel tratto urbano del rione Pastine visto che l’incuria prolungata nel tempo ne ha determinato la palese insalubrità. Ma niente, a distanza di oltre un mese la direzione non ha proceduto ad alcun lavoro, tanto che il sindaco si è visto costretto ad agire in maniera più determinata. «A giugno scorso  abbiamo sollecitato l’intervento per la sanificazione e pulizia delle sponde del Liri, sono passati quasi 40 giorni, non c’è stata alcuna risposta o intervento - ha detto il primo cittadino - La zona è particolarmente pericolosa e insalubre per questo, in qualità di autorità sanitaria, ho provveduto a d inviare via Pec una diffida all’Ardis con l’avvertenza di intervenire entro 10 giorni, in caso contrario lo farà l’ente e addebiterà i costi all’Ardis. Siamo stati collaborativi, ma ora è giusto che ognuno si assuma  le proprie responsabilità». Di fatto è una risposta alle rimostranze dei cittadini che in passato hanno lamentato una situazione di stallo. Al di là del mancato decoro, infatti, quel che preoccupa è la condizione igienico sanitaria. Tant’è che pur riconoscendo  la competenza dei lavori all’Ardis, si chiedeva all’amministrazione di farsi carico di sollecitare un intervento. Anche per ridare il giusto merito ad una bellezza naturale che in questo periodo è stata lasciata a sé stessa e che è un vanto per i cittadini pontecorvesi. Entro 10 giorni tutto tornerà alla normalità. In ogni caso i pontecorvesi vedranno ritornare le sponde del fiume al loro decoro che merita.

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it