L'Inchiesta Quotidiano OnLine
poesie specchi poesie specchi

"Specchi" la silloge poetica di Paola Caramadre sabato a Pentacromo

In collaborazione con l'Associazione Pentacromo e Tantestorie.it, sabato 20 ottobre, alle ore 17.00, in via Bellini 7, a Cassino, verrà presentata in anteprima la raccolta poetica “Specchi” di Paola Caramadre, edita dalla Edizioni Tracce. La silloge è risultata vincitrice del premio ScrivereDonna 2017. Il giudizio della giuria riporta: “Poesia dalla forte carica espressiva, che alla ricchezza lessicale coniuga la tensione etica ed una costante interrogazione esistenziale. Ne emerge con forza la dimensione icastica ma anche quella concettuale, in cui le immagini, intense e originali, delineano un simbolismo incisivo e coerente”. L'autrice ha ricreato una mitologia del Mediterraneo, attraverso figure cardine che vanno da Polifemo a Salomè, passando attraverso luoghi illuminati dalla luce del mare, in una prospettiva femminile ed intimista. Le immagini iconiche della storia del bacino del Mediterraneo, fusione di Oriente ed Occidente, diventano punti di vista di donne multiformi che vivono e respirano le infinite contraddizioni di una cultura patriarcale dalla quale tentano con forza di affrancarsi e dalla quale si emancipano attraverso la creazione di una mitologetica nuova. La presentazione sarà un percorso attraverso delle tappe contrassegnate dalle analisi critiche del filosofo e autore, nonché docente dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, Francesco Giampietri, del vicedirettore de L’Inchiesta Quotidiano, Rita Cacciami, e dalle interpretazioni di alcune poesie selezionate dalla direttrice artistica dell’evento, Vera Cavallaro, accompagnate dalle musiche di Luigi Pizzuti. A curare la parte tecnica sarà Giuseppe Coschignano. L’indole di Narciso. Narciso è un personaggio della mitologia greca, cacciatore, famoso per la sua bellezza. Figlio di una ninfa e di un dio, Narciso disprezza chi lo ama. Egli ama solo se stesso. Muore cadendo nello “specchio” d’acqua mentre contempla la propria immagine riflessa. Narciso è una figura retorica, un simbolo il cui significato più importante è quello meno apparente, quello più nascosto. Il valore profondo che emerge dal mito, ci orienta a capire meglio i nostri limiti umani. Perchè gli artisti della “Pentacromo” hanno scelto Narciso e il suo simbolo per intitolare la collettiva d’arte abbinata alla presentazione del libro di poesie “Specchi” di Paola Caramadre? Perché l’artista è “Narciso”, nel senso che è concentrato su se stesso soprattutto per quanto riguarda la dimensione dell’arte, da cui attinge linfa vitale. Forse è vero, le persone creative sono un po’ egocentriche e narcisiste, ma è anche vero che molti di loro hanno avuto una vita difficile e si riconciliano con se stessi proprio grazie alle attività che svolgono . Gli artisti per esempio “si specchiano” nell’arte di cui sono creatori ed il loro narcisismo talvolta cresce esponenzialmente con il loro successo. Ma ciò può non essere negativo. Lo psicoanalista austriaco Heinz Kohut sostiene che gli artisti manifestano più di altri l’esperienza narcisistica del mondo, ma vivono nel contempo “un’avventura amorosa col mondo”, come  fosse l’espansione dell’amore che provano per se stessi. Narciso ha subìto il suo “narcisismo”, fino a morirne. Egli non ha avuto il tempo di capire che l’amore per sè è fonte di felicità solo se diventa amore per il mondo. L’amore che gli artisti nutrono per l’arte è già una forma di amore per il mondo e per gli altri, forse la più nobile. L’artista è Narciso che va oltre se stesso, si fa uomo capace di un amore più vero e maturo. L’arte è il dono che gli artisti offrono al mondo come segno del loro amore.                                                                                                                                       Danilo Salvucci

Coordinatore: Danilo Salvucci danilo.salvucci@tin.it 339.6676812

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it