L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Foto dal web Foto dal web

Cassino, afferra per i capelli la moglie e la trascina per strada. Indagini in corso

Aggredita per strada dal marito, anche se i due si sarebbero lasciati un anno e mezzo fa, davanti a decine di testimoni che hanno chiesto l’intervento delle forze dell’ordine. Un caso di violenza sul quale indagano gli agenti del Commissariato diretti dal vice questore aggiunto Raffaele Mascia. L’allarme al 113 è giunto poco dopo le 9 di ieri da una zona nei pressi del centro di Cassino. Secondo le testimonianze, un uomo avrebbe avvicinato una donna, l’avrebbe prima aggredita verbalmente per poi afferrarla per i capelli e trascinarla dall’altra parte della strada. L’aggressore non era solo e - sempre secondo le testimonianze - era seguito da un gruppo di conoscenti, alcuni dei quali erano armati di bastone. Probabilmente una spedizione punitiva nei confronti della malcapitata che, nel frattempo, avrebbe intrapreso un’altra relazione sentimentale con un cassinate. Forse il marito non ha accettato la fine della relazione e avendo visto la consorte insieme al nuovo compagno ha perso il controllo, aggredendola con estrema violenza. Le urla della vittima hanno richiamato l’attenzione di quanti, in quel momento, si trovavano per strada e nelle loro case. Immediato l’allarme giunto alle forze di polizia ma prima ancora che gli agenti arrivassero sul posto, la ragazza è stata soccorsa da un ragazzo, presumibilmente l’attuale fidanzato, che l’ha fatta salire in auto. Insieme si solo allontanati a gran velocità facendo perdere le tracce. Grazie alla collaborazione dei cittadini, gli agenti sono risaliti all’identità della donna e, in parte, hanno ricostruito la vicenda. La vittima è una straniera, dell’Est Europa, che avrebbe riferito agli investigatori della fine del matrimonio. Solo nei fatti poiché nella sostanza i due sono ancora marito e moglie, in attesa di divorziare nel loro Paese. La donna è residente in città, in regola con il permesso di soggiorno. Lavora e sta riprendendo in mano la sua vita. Cosa che probabilmente non è stata vista di buon occhio dal coniuge che ieri ha sfogato tutta la sua ira prima insultandola e poi alzando le mani. Una violenza tale che ha scioccato i testimoni che, temendo il peggio, hanno chiesto l’intervento della Polizia di Stato. In attesa di una eventuale denuncia dalla parte offesa, gli agenti stanno continuando ad indagare per evitare una possibile ed ulteriore aggressione. 

DA "L'INCHIESTA QUOTIDIANO" OGGI IN EDICOLA

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604