L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Lorenzo Crisetig (foto Frosinonecalcio.com) Lorenzo Crisetig (foto Frosinonecalcio.com)

Il Frosinone archivia il pari col Cagliari e già pensa al Napoli

All'indomani della gara pareggiata 1-1 con il Cagliari è tornato subito al lavoro il Frosinone in vista della trasferta di sabato pomeriggio al “San Paolo” con il Napoli. I giocatori scesi in campo contro i sardi hanno effettuato lavoro di scarico, mentre gli altri sono stati impegnati nella normale seduta atletica, conclusa con possessi palla e partitella a campo ridotto. Bardi è tornato a lavorare con i compagni, terapie per Hallfredsson e Gori. Oggi alle 14,30 si torna a lavorare a Ferentino.

Tornando alla gara con il Cagliari, nonostante il grande impegno anche questa volta il Frosinone deve rimandare l'appuntamento con la prima vittoria al “Benito Stirpe”. I giallazzurri contro un Cagliari non proprio irresistibile ma con tanti palleggiatori, ha avuto un ottimo approccio alla gara, andando meritatamente in vantaggio. Poi però non ha avuto quel cinismo per chiuderla nonostante le favorevoli occasioni i capitate nel corso del primo tempo, dopo il gol di Cassata, e ad inizio ripresa. Anche questo è un aspetto sul quale il tecnico Longo dovrà lavorare a lungo. Non fosse altro perché questo Frosinone ha dimostrato di avere ottime individualità e che può giocarsela alla pari con qualunque squadra. Ma intano deve rinunciare a due punti che avrebbero consentito a Ciofani e compagni di ridurre a tre il distacco dalla zona salvezza che invece rimane a cinque.

Come si diceva Frosinone pimpante e intraprendente sin dalle prime battute, soprattutto con Cassata, preferito a Ciano all'ultimo momento. Proprio Cassata al 14' realizza il gol del vantaggio giallazzurro dopo un colpo di tesa di Zampano servito alla perfezione da un cambio di campo di Maiello. Sulle ali dell'entusiasmo il Frosinone insiste e al 25' un doppio intervento di Cragno su Ciofani nega la gioia del raddoppio. Il Cagliari sembra in difficoltà. Viene graziato anche ad inizio ripresa quando Beghetto indirizza all'incrocio dei pali ma Cragno con un gran balzo manda in angolo. A questo punto i padroni di casa calano di ritmo e gli ospiti si fanno più intraprendenti. Maran inserisce Farias per uno spento Sau. E proprio il neo entrato, poco dopo la mezz'ora, trova la “spaccata” del pari sotto porta su cross rasoterra dalle destra di Joao Pedro per l'1-1- finale.

Un vero peccato dunque. Vittoria in casa rimandata e prossimo turno che mette di fronte i ragazzi di Longo, come detto, alla “corazzata” Napoli. Un pronostico decisamente chiuso, ma che, proprio per questo, deve dare una maggiore convinzione che nulla è impossibile. La classifica piange e la salvezza è ancora lontana ma non impossibile da raggiungere. Ma guai a molare di un centimetro. Occorrerà credere soprattutto ai propri mezzi e alle qualità di qualche giocatore. Magari pure con la spinta del suo meraviglioso pubblico, anche contro i sardi encomiabile per tifo e passione.

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it