L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Camillo Ciano (fotoFrosinonecalcio.com) Camillo Ciano (fotoFrosinonecalcio.com)

Il Frosinone prepara la sfida del “San Paolo” contro il Napoli

Seduta pomeridiana ieri presso la Città dello Sport di Ferentino per il Frosinone in vista della sfida di sabato pomeriggio alle ore 15,00 al “San Paolo” con il Napoli. sercitazioni tecnico tattiche e partitelle a tema per i ragazzi di mister Longo che nel pomeriggio hanno lavorato sul campo della Città dello Sport. Terapie per Gori e Krajnc. Per quanto riguarda lo schieramento iniziale, resta il grande dilemma per mister Longo in vista del match di sabato pomeriggio ed è quello legato al modulo da utilizzare. I giallazzurri nell'ultimo periodo hanno giocato sia con il 3-4-2-1 al 3-5-2 a seconda della squadra che si andava ad affrontare o perch costretto per l'indisponibilità di qualche giocatore fondamentale. Al “San Paolo” quindi ci sarà fino all'ultimo momento l'incognita sul modulo che il tecnico giallazzurro intenderà utilizzare. E' chiaro che tutto è legato alle condizioni di Ciano. Se l'attaccante canarino ce la farà sicuramente si tornerà dal primo minuto al 4-3-2-1. Tra l'altro, con il mancino in campo in questo campionato, come riporta tuttofrosinone.com, la media gol del Frosinone è di 0,9 nei 90 minuti, senza di lui si abbassa a 0,5. Tre gol ed un assist che pesano sul bottino del peggiore attacco della Serie A, incapace di capitalizzare le tante occasioni avute contro il Cagliari. Il compito affidato a Ciano sarà anche quello di scollare di dosso al Frosinone questo pesante appellativo.

 

QUI NAPOLI – Dopo la giornata di riposo concessa da Ancelotti è ripresa ieri la preparazione del Napoli in attesa della sfida con il Frosinone. Allenamento pomeridiano per il Napoli a Castelvolturno. La squadra ha iniziato la seduta con attivazione a secco. Di seguito la rosa si è divisa in due gruppi che hanno svolto possesso palla e lavoro tecnico in maniera alternata. Successivamente partitina a porte piccole. Poi coloro che hanno giocato dall'inizio a Bergamo sono rientrati. Gli altri uomini della rosa sono stati impegnati in una partitina 5 contro 5. I partenopei sono attesi da un lungo tour de force che in pratica si concluderà soltanto il 30 dicembre. Ci saranno sfide importanti, come quella con l'Inter il 26 dicembre, ma anche una partita decisiva, in programma ad Anfield contro il Liverpool martedì11, prima del big match in casa dei Reds, poi sbarcherà San Paolo il Frosinone, poche ore dopo Juve-Inter. Una occasione per guadagnare punti su una delle due rivali o su entrambe. Ecco perché apitan Hamsik, sul suo sito ufficiale, ha tenuto a sottolineare come bisognerà evitare cali di tensione: “A Bergamo abbiamo centrato una grande vittoria - ha detto lo slovacco – perché l'Atalanta si è dimostrata avversaria difficile. Ora testa al Liverpool? No, assolutamente. Ci aspetta il Frosinone, abbiamo perso punti contro il Chievo e stavolta dobbiamo ottenere il massimo”. Oltre ad Alex Meret, contro il Frosinone spera di debuttare con la maglia del Napoli anche Amin Younes. L'esterno tedesco ha recuperato dalla rottura del tendine d'Achille, è tornato disponibile da giorni e lunedì per la prima volta è stato convocato contro l'Atalanta. Ora, secondo Il Mattino, Younes confida di poter giocare qualche minuto sabato al San Paolo. Molto probabilmente contro il Frosinone è arrivato il momento di tirare un attimo il fiato anche per Koulibaly. Anche perchè poi martedì è in programma la sfida dell'anno ad Anfield contro il Liverpool di Klopp.

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it