L'Inchiesta Quotidiano OnLine

Il generale Rispoli premia il lavoro di squadra e conferisce 27 encomi

Una cerimonia sobria, essenziale ed emozionante non solo per chi ha lavorato intensamente, sottraendo tempo prezioso agli affetti nell’interesse del territorio e per la sicurezza dei cittadini, ma anche per i familiari dei 27 carabinieri ai quali il generale di divisione Andrea Rispoli ieri mattina ha conferito gli encomi in Prefettura. Riconoscimenti agli investigatori del Comando Provinciale dell’Arma di Frosinone che nel corso degli ultimi anni si sono particolarmente distinti nelle attività di servizio, concludendo brillanti operazioni con grande impegno e professionalità. L’alto ufficiale, comandante della Legione Carabinieri “Lazio”, ha voluto premiare il lavoro di squadra che garantisce i risultati migliori, come egli stesso ha dichiarato, augurando agli uomini del colonnello Fabio Cagnazzo tanti altri successi, non solo professionali. 
A fare gli onori di casa, il prefetto Ignazio Portelli che ha aperto le porte del palazzo di Governo perché «L’Arma è preziosa ed parte fondamentale della storia. Il mio compito è quello di assicurare sicurezza e tranquillità alle popolazioni. E in questo siete un’eccellenza». 
L’anno si avvia verso la conclusione ed è tempo di bilanci, ma di numeri e statistiche il generale Rispoli non ha voluto sentir parlare perché «l’aritmetica spetta al comandante provinciale in altre sedi ed occasioni. Le statistiche le lascio agli altri. A voi la difesa del cittadino. Incontrarci in Prefettura vuol dire sottolineare il valore della Benemerita in questa provincia». 
Alla termine della cerimonia è toccato al colonnello Cagnazzo prendere la parola e stilare un bilancio provvisorio dell’ultimo anno rispetto al 2017:«I numeri parlano chiaro - ha dichiarato con un pizzico di orgoglio: i reati sono dimuniti quasi del 27% rispetto all’anno precedente e l’attività preventiva e repressiva è aumentata di circa il 30%». Obiettivo raggiunto, ma il meglio deve ancora arrivare! Promette l’ufficiale.

***
L’encomio semplice è stato conferito a: cap. Ivan Mastromanno, lgt. c.s. Salato Gennaro, mar. ca. Di Pofi Fabrizio, brig. Cichelli Marino Adriano, v. brig. Mancini Biagio, app. De Lucia Antonio, mar. ca. Viggiano Antonio, mar. magg. Caserta Roberto, app. sc. Fella Massimiliano, app. sc. Birra Abramo della Compagnia di Cassino; mar. magg. Scarpa Gabriele, mar. ca. Russo Ferdinando, brig. ca. Morini Aurelio della Compagnia di Anagni; 
lgt. c.s. Pizzotti Angelo, lgt. c.s. Sperati Marco, lgt. Vona Massimiliano, mar. magg. Messore Santino, brig.ca. Valeriani Mario, brig.ca. Berlano Enzo, brig.ca. Froiio Giuseppe, mar.ca. Campoli Roberto, brig.ca. Roscioli Emilio, brig. Grieco Alfonso, app. sc. Fella Massimiliano delle Compagnie di Frosinone e Cassino.

DA L'INCHIESTA QUOTIDIANO, OGGI IN EDICOLA

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it