L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Un panorama della Valle di Comino Un panorama della Valle di Comino

Valle di Comino, 5 milioni dalla Regione per servizi essenziali e sviluppo locale

«Grazie al lavoro svolto dalla giunta Zingaretti e iniziato dall'assessore Buschini oggi i fondi aree interne sono realtà. L'ottimo lavoro di sinergia tra le varie amministrazioni, la capacità di sintesi progettuale del territorio e il coordinamento politico voluto da Mauro Buschini fanno  arrivare ad obiettivo molteplici progetti e fondi per l'area interna Valle di Comino»: lo ha sottolineato in una nota diffusa ieri il primo cittadino di San Donato Valcomino, Enrico Pittiglio. «Fondi - precisa il sindaco cominese - che andranno ad aumentare la qualità della vita e la resilienza del territorio su tre asset importanti e fondamentali come istruzione sanità e trasporti e ulteriori interventi per favorire le imprese e i cittadini a restare nella nostra valle. Un lavoro fatto in sinergia e senza clamore che vedrà importanti investimenti sul territorio. Un ringraziamento anche ai sindaci che hanno saputo al meglio interpretare l'idea è far diventare la valle di comino area prototipo nella Regione Lazio».

I fondi previsti saranno finalizzati a sostenere interventi volti ad assicurare livelli adeguati dei servizi essenziali alla popolazione (salute, istruzione e mobilità); progetti per la promozione dello sviluppo locale, finanziati attraverso le risorse regionali disponibili e i Fondi Sie regionali.

“L’amministrazione Zingaretti ha stanziato ulteriori 20 milioni di euro per le aree interne del Lazio, cinque dei quali sono previsti per la Valle di Comino in aggiunta ai 3,8 milioni già finanziati con fondi ministeriali - ha spiegato da parte sua il Capogruppo Pd Lazio Mauro Buschini -. Sono stati approvati dalla giunta, infatti, gli atti negoziali che dovranno essere sottoscritti singolarmente con le aree interessate, in base alle specifiche esigenze dei territori, per il potenziamento di servizi non inseriti nei progetti già finanziati dal governo Gentiloni. L’obiettivo è quello di invertire il trend demografico stimolando da un lato lo sviluppo locale nei punti di forza di questi territori: agroalimentare, cultura e saper fare, turismo, energia; dall’altro si vuole riequilibrare l’offerta dei servizi essenziali di base: scuola, salute, mobilità e rete digitale”.

“La Valle di Comino – continua Buschini -, che comprende i comuni di Acquafondata, Alvito, Atina, Belmonte Castello, Casalattico, Casalvieri, Colle San Magno, Gallinaro, Picinisco, San Biagio Saracinisco, San Donato Val di Comino, Sant’Elia Fiumerapido, Settefrati, Terelle, Vallerotonda, Vicalvi, Villa Latina, Viticuso,  è stata individuata quale area prototipo per l’attuazione della Strategia ed è stato dato l’avvio alla fase di progettazione nelle altre aree interne laziali. Allo stato attuale, la Regione Lazio ha approvato la Strategia d'Area Valle di Comino per la quale il passo successivo sarà la sottoscrizione dell’Accordo di Programma Quadro che vedrà l’immediato finanziamento dei progetti cantierabili”.

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604