L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Nocione Nocione

Il Nocione pronto a rinascere: dalla Regione il primo finanziamento per bonificare l’area

L’azione pressante e costante che Dana Tauwinkelova ha portato avanti come Assessore all’Ambiente del Comune di Cassino ed oggi Consigliere Comunale sul fronte ambientale incomincia a dare i primi frutti con il prezioso finanziamento della Regione Lazio per la bonifica del sito del Nocione. Una svolta epocale che disinnescherà una volta per tutte la bomba ambientale che ha avvelenato per decenni il territorio cassinate. «E’ di questi giorni la comunicazione pervenuta al Comune di Cassino che la Regione Lazio ha deliberato un primo finanziamento di 214.592,56 euro per consentire l’avvio delle attività previste dalla normativa vigente in materia di bonifica siti inquinanti». Afferma il consigliere Dana Tauwinkelova, che anche dai banchi della Sala Di Biasio non ha mollato sulle tematiche ambientali su cui ha posto l'attenzione quando era assessore. «Tra qualche giorno sarà inviato il piano di caratterizzazione che in questi mesi è stato messo a punto - continua la consigliera comunale - Ottenuti i necessari nulla osta si procederà con l’affidamento delle attività relative al campionamento ed analisi dei prelievi di campionatura di terreno. L’attività di campionamento delle eventuali potenziali sostanze inquinanti avverrà nelle zone più significative dell’area del Nocione, così come individuata nell’Ordinanza sindacale n° 233/2018. Le indagini che si andranno a fare porranno un punto fermo sull’annosa questione che si trascina da decenni in quanto si dovrebbe riuscire a comprendere le potenziali sostanze inquinanti che interesserebbero la zona permettendo a tutti gli Enti interessati di poter formulare un piano di risanamento supportato da riscontri tecnici oggettivi e dalle necessarie risorse finanziarie. Con questo finanziamento coroniamo l’intento lavoro svolto con la consulta dell'ambiente, le associazioni ambientaliste e tutti gli organi preposti alla tutela ambientale. Questo ci inorgoglisce e ci da ulteriori stimoli a lavorare ancor di più per quanto riguarda queste tematiche». «Questo finanziamento concesso dalla Regione Lazio con Determinazione G17573 del 24 dicembre 2018,  è senz'altro frutto delle importanti azioni che questa amministrazione sta ponendo in atto per tutelare l'ambiente della nostra Cassino. - ha detto il Sindaco del comune di Cassino, Carlo Maria D'Alessandro - Ringrazio il consigliere Dana Tauwinkelova per il lavoro che ha svolto da assessore per quanto riguarda il caso del Nocione. Checche se ne dica continuiamo quotidianamente a dare risposte ai cittadini di un territorio che merita un futuro da protagonista». Un risultato che fa gioire anche il segretario provinciale de Lo Scarpone di Pirozzi Niki Dragonetti che però non manca di evidenziare come il Nocione non è nato dal nulla e forse qualche silenzio di troppo ha creato questo disastro ambientale. «Di fronte all'evidenza fatta emergere dalla Procura e dagli ambientalisti del territorio, la Regione Lazio non ha potuto far altro che iniziare a bonificare il danno creato dal silenzio e da una politica poco attenta che non ha visto o ha voluto far finta di non vedere quello che stava succedendo. Il Nocione non è storia di oggi, ma magari ci sarà qualcuno che poteva fare di più ed oggi non mancherà di esultare per il finanziamento regionale».

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604