L'Inchiesta Quotidiano OnLine
D'Alessandro e Secondino D'Alessandro e Secondino

Cassino, bilancio stabilmente riequilibrato: sarà dentro o fuori per D’Alessandro

Il futuro dell’amministrazione D’Alessandro si giocherà sul bilancio stabilmente riequilibrato e questa volta sembra non esserci un piano B, quindi sarà dentro o fuori per il sindaco. Al momento i numeri in Sala Di Biasio portano direttamente alle elezioni anticipate visto che la “maggioranza”, conti alla mano, potrebbe incassare solamente 9 voti a favore sul documento finanziario e per arrivare a tredici il cammino sembra essere lungo, anzi lunghissimo. Inutile dare per morto (politicamente) il sindaco prima del voto in Aula, visti i tanti miracoli che si sono succeduti in Piazza De Gasperi quando le decisioni sono serie e si possono sondare convergenze future con più tranquillità e maggiori possibilità di riuscita. A dire il vero, questa volta, appare difficile rimettere assieme i cocci tanto è compromessa la situazione con la spaccatura interna a Forza Italia, ma mai dire mai quando il compito di salvare la baracca è affidato ai piani alti dell’amministrazione. Le voci su un possibile recupero cominciano a girare e al momento vedrebbero già due consiglieri critici pronti a rientrare e due innesti dal Pd. Senza dimenticare il riavvicinamento, sponda Franco Evangelista, del consigliere Sebastianelli e con la Lega meno inflessibile. Anche solo prendendo per buone il 50% di queste indiscrezioni il sindaco D’Alessandro potrebbe stare tranquillo fino a fine mandato. Ma il punto è: quanto c’è di vero? Il gruppo Chiusaroli, Secondino, Tartaglia, Valente sembra compatto e non risultano defezioni al momento. Qualche spostamento in giunta potrebbe far cambiare idea a qualcuno? Possibile ma al momento sono zero voti per il sindaco. Allo stesso tempo dei due consiglieri del Pd si parla almeno da sei mesi ma l’opposizione ha sempre sbattuto la porta in faccia al sindaco nei momenti più delicati. Anche qui probabilmente non si raccoglierà nulla. Fronte Lega, il progetto sicurezza potrebbe essere un incentivo per rientrare ed allo stesso momento ci sarebbero tre progetti per la città su cui costruire convergenze future. Tutto vero, ma con la possibilità di andare all’election day con le europee non ci sono accordi programmatici che tengono e comunque il Carroccio vuol guidare il fronte sovranista contro il sindaco alle prossime comunali. Anche qui, sarà compatto il gruppo? Monticchio dopo qualche svarione ha dimostrato di saper seguire le indicazioni del partito e così potrebbe continuare. Capitolo Sebastianelli. Il neo assessore Evangelista ha dichiarato di aver incassato l’accordo dell’ex collega in Sala Di Biasio. Cosa peraltro non smentita dallo stesso consigliere. Bisognerà capire se sarà un appoggio ad personam o un rientro nei ranghi. Visti gli attacchi dei mesi scorsi sarebbe complicato per Sebastianelli cancellare tutto con un colpo di spugna. Anche in questo caso l’operazione non appare certa. Tirando le somme la situazione non sembra delle migliori per il primo cittadino che però sta cercando di stemperare gli animi e per la prossima avrebbe chiamato i consiglieri alla condivisione del bilancio stabilmente riequilibrato. Peccato che tutto sembra essere già stato deciso a tavolino per la divisione dei fondi e quindi sembra solo un’operazione propagandistica.    

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604