L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Tarquini Tarquini

Calcio, Prima Categoria. Tarquini: «I miei gol per portare in alto il Ceccano»

Sta vivendo una seconda giovinezza Anacleto Tarquini, attaccante con il vizio del gol. Dall'alto dei suoi 36 anni sta contribuendo in modo determinante a portare il Ceccano in alto. Nelle ultime tre gare ha realizzato quattro reti e sono arrivati nove punti. Cecanese doc è lo stesso attaccante rossoblu a descrivere il momento magico che sta vivendo, unitamente alla squadra, campione d'inverno con una giornata di anticipo, sempre più lanciata verso la Promozione. “Tre anni fa avevo deciso di smettere – esordisce – da poco avevo trovato un lavoro e, quindi, non riuscivo a conciliarlo con gli allenamenti. Poi mi sono organizzato e l'estate scorsa ero in procinto di accordarmi con l'Atletico Pofi. Ho quindi notato che sulla panchina del Ceccano è stato chiamato Alessandro Padovani, un amico fraterno prima che un allenatore e un compagno di squadra. Ci siamo sentiti e, anche grazie al direttore generale Sergio Milo e il direttore sportivo Livio Pizzuti, unitamente al presidente Thomas Iannotta, ho chiesto di potermi allenare con la mia squadra del cuore durante la preparazione. Man mano che passava il tempo mi sono convinto di poter dare ancora tanto al Ceccano. Ora stanno arrivando anche i gol e sono doppiamente felice per come si stanno mettendo le cose”.

Come state vivendo questo splendido momento? “Nonostante qualche problema legato ad infortuni e squalifiche si sta vivendo un momento veramente eccezionale. Domenica siamo andati a vincere su un campo difficile come quello di San Vittore, dopo averlo fatto con il Tecchiena e l'Atletico Pofi. Ora possiamo vantare cinque punti di vantaggio sullo Sporting Pontecorvo e nove sullo stesso Tecchiena e Colli. Tra l'altro, per la prima volta, sto giocando in attacco con Alessio Carlini. Non era mai accaduto in passato. La cosa più importante è che lo spogliatoio è molto unito e siamo consapevoli che si possa andare fino in fondo”.

La classifica rispecchia i valori sin qui espressi? “Direi proprio di sì. Il Ceccano ha perso solo la gara a Colli e poi ha pareggiato a Castro e in casa con lo Sterparo. Un ruolino di marcia incredibile. Ma anche Pontecorvo non è da meno e può lottare con noi fino in fondo per la vittoria finale. Sicuramente la lieta sorpresa è rappresentata dalla matricola Atletico Pofi, mentre era da aspettarsi qualcosa di più da Tecchiena e Colli per il loro blasone”.

Che girone di ritorno ci si deve aspettare? “Da parte nostra occorre non abbassare mai la guardia. Dobbiamo restare umili e concentrati fino a quando la matematica non ci consente di fare il gran salto. Nel calcio le sorprese non mancano mai. Ora avremo due gare interne con Atletico Collepardo e Pro Calcio San Giorgio, in attesa dello scontro al vertice in quel di Pontecorvo. Sarà proprio questa sfida a dirci il valore di questo Ceccano”.

Infine un pensiero va ai tifosi, sempre più determinanti? “Verso di loro non ci sono più parole - conclude bomber Anacleto Tarquini – Semplicemente fantastici. Anche domenica sono venuti fino a San Vittore per sostenerci. A nome dei miei compagni voglio ringraziarli”.

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604