L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Una delle schede segnate Una delle schede segnate

Colpo di Stato, indagini chiuse: in 4 rischiano il processo. Due “sospesi” e per due il Pm chiede l’archiviazione

Poco più di due settimane fa si è chiuso l’incidente probatorio sui cellulari di due degli otto indagati nell’ambito del procedimento “Colpo di Stato” sui brogli elettorali a Piedimonte San Germano. Nei giorni scorsi, dopo ulteriori riscontri, il pm ha notificato agli indagati l’avviso di conclusione delle indagini, che lo scorso mese di settembre avevano portato all’arresto del dottor Ettore Urbano e all’iscrizione nel registro di altre sette persone. 
In quattro, ora, rischiano il processo: Ettore Urbano, Luigi Spiridigliozzi e due rappresentanti di lista. Richiesta di archiviazione per altri due indagati e di sospensione del procedimento fino al primo grado di giudizio (art. 371 bis, comma 2) per altre due persone, alle quali è contestato il reato di false dichiarazioni al pm. 
Secondo la ricostruzione degli inquirenti, Ettore Urbano (arrestato il 24 settembre 2018 e rimesso il libertà il 5 ottobre 2018 con obbligo di dimora fuori dalla provincia di Frosinone, poi revocato), capolista di “Azione Comune”, in corsa per la poltrona di sindaco a Piedimonte San Germano nella tornata del giugno 2017, avrebbe ideato il piano di alterazione di 59 schede elettorali che materialmente - secondo l’accusa - ha eseguito Luigi Spiridigliozzi (dipendente comunale, che ha confessato a luglio dello scorso anno) con lo scopo di ottenere l’annullamento delle schede stesse e l’eventuale ribaltamento dell’esito elettorale che aveva visto trionfare Gioacchino Ferdinandi, capolista di “Piedimonte Ora” per 32 voti. Un piano che sarebbe stato portato a termine con la complicità - secondo il pm - di altri due indagati (che rischiano il processo) i quali avrebbero attestato il falso nelle dichiarazioni sostitutite di atto di notorietà da allegare al ricorso del dottor Urbano.

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604