L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Normativa confusa: a farne le spese le analisi dell’Arpa sui pozzi di Cerreto La discarica di Cerreto

Discarica di Roccasecca, Righini (FdI): la Regione ha attaccato il frusinate

Tutto pronto per la manifestazione di protsta di domani mattina a Roccasecca Scalo, per contestare la scelta di ampliare la discarica di Cerreto, Da Giancarlo Righini, consigliere regionale di Fratelli d'Italia, giunge una nota sulla gestione del ciclo dei rifiuti: "Altro che piano rifiuti “Verde”. Zingaretti lancia un altro attacco all’ambiente del frusinate, autorizzando l’ampliamento di 300mila metri cubi della discarica di Roccasecca che vuol dire in pratica, edificare una palazzina di immondizia nei pressi della confluenza dei fiumi Liri e Melfa. Questo atto conferma che, al di là dei proclami mediatici, non c’è alcuna programmazione regionale del ciclo dei rifiuti, e nessuna concertazione tra le istituzioni, tra il potere regionale e gli amministratori locali. L’unico obiettivo della Pisana è sbarazzarsi dei rifiuti accumulati sulle strade di Roma prima del congresso PD".

"Ecco spiegato il via libera alla mega discarica di Roccasecca, (che al frusinate non serve), dato anche contro il parere della Asl, che ha evidenziato la necessità di studi epidemiologici in situ e la persistenza di emissioni maleodoranti nell’aria; anche contro il rilievo del MIBAC che richiama alla tutela del valore paesistico del territorio; anche contro la segnalazione del comune di Roccasecca che indica frane in atto ed elevato rischio idrogeologico nella zona. Alla luce di questo pacchetto di allarmanti controindicazioni, la Valutazione Ambientale positiva risulta essere una grave forzatura compiuta dalla giunta Zingaretti, che invece di attuare politiche volte ad incentivare la riduzione, il riuso, il riciclo dei rifiuti e un loro smaltimento sostenibile, dopo 6 anni di nulla, ci riporta all’incubo ecologico delle discariche. Non solo non esiste un Piano Rifiuti, ma non è né Verde, né circolare né a basso impatto ambientale e non libererà dalla mannaia della U.E. il Lazio, regione che da un quindicennio è investita dalle procedure di infrazione per contravvenzioni alle norme sul corretto trattamento dei rifiuti", conclude Giancarlo Righini consigliere regionale del Lazio di Fratelli d’Italia.

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604