L'Inchiesta Quotidiano OnLine
L'esultanza di Ciofani (foto FrosinoneCalcio.com) L'esultanza di Ciofani (foto FrosinoneCalcio.com)

Il Frosinone prepara la sfida alla Juventus

Si ripete alla grande il Frosinone, come aveva saputo fare a Bologna, dimentica l'ingiusto ko interno con la Lazio e conquista tre punti-salvezza al “Ferraris” al cospetto della Sampdoria. I giallazzurri, con una prova molto convincente e determinata, hanno fatto bottino e, ancora una volta, hanno saputo soffrire e alla fine sono stati premiati. Tre punti che sicuramente consentono di muovere molto la classifica che ora è meno preoccupante. Adesso la salvezza è distante solo due lunghezze e, quindi, non impossibile. Contro la Sampdoria, ancora una volta, quando la squadra ha giocato lontano dallo “Stirpe” senza forse tanta pressione, si è assistito ad una prova collettiva e di carattere che ha portato ad una meritata vittoria. Una gara quella contro i blucerchiati che, nel primo tempo, ha visto i padroni di casa riversarsi sin dai primi minuti nella metà campo del Frosinone. Ma i giallazurri, alla prima azione corale, sono passati grazie ad una “zampata” si capitan Ciofani, sempre più trascinatore di questa squadra. La reazione dei padroni di casa è risultata sterile, con il Frosinone che invece ha chiuso tutti i varchi, dando dimostrazione di carattere e voglia di andare fino in fondo. Grande merito va naturalmente anche a mister Baroni, capace in pochi giorni di ricompattare un gruppo che, ogni giorno che passa, dimostra di essere molto unito e compatto, in grado a questo punto di dare fastidio a tutti. E a Genova, al triplice fischio del signor Marinelli, i giallazzurri si sono lasciati andare alla gioia più sfrenata, andando a ringraziare anche i 50 tifosi giunti fino in Liguria. Archiviata la gara del “Ferraris”, il Frosinone è ora atteso da un'altra trasferta a dir poco proibitiva allo Juventus Stadium contro i campioni d'Italia, sempre più lanciati verso la conquista dell'ennesimo tricolore e pronti per la gara di andata degli ottavi di finale di Champions League di mercoledì 20 febbraio al “Wanda Metropolitano” contro l'Atletico Madrid. E ieri il Frosinone è tornato al lavoro per preparare al meglio la sfida di venerdì sera alle ore 20,30. La squadra di Baroni si è ritrovata ieri mattina presso la Città dello Sport di Ferentino. Chi è sceso in campo al “Ferraris” ha svolto una seduta di scarico mentre il resto del gruppo ha disputato una partitella a campo ridotto. Terapie per Ghiglione, lavoro differenziato per Ariaudo, Brighenti e Simic. Assente Pinamonti impegnato con la nazionale Under 20. Oggi alle 15,00 è in programma una nuova seduta di allenamento sempre a Ferentino. E' chiaro che, quella contro i bianconeri di Allegri, sarà una gara difficile ma da affrontare senza timori reverenziali e con tanta concentrazione e determinazione. Magari come accaduto quella sera del 23 settembre 2015 quando Blanchard, in pieno recupero, trovò l'inzuccata da calcio d'angolo che permise di pareggiare il gol di Zaza realizzato al 5' della ripresa. E anche perché, nella gara di andata, i giallazzuri hanno dato filo da torcere a Ronaldo e compagni, vittoriosi allo “Stirpe” solo nei minuti finali. Pertanto, forza e coraggio perché nulla è impossibile, come dimostrato a Ferrara, a Bologna e domenica a Genova contro la Sampdoria.

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604