L'Inchiesta Quotidiano OnLine
In foto Don Francesco Varone In foto Don Francesco Varone

Thinking Day, Agesci e Cngei assieme nella giornata mondiale dello scoutismo

Circa 400 scout si sono ritrovati domenica nel Parco intitolato al fondatore dello scautismo, Baden Powell, per celebrare, in contemporanea con gli scout di tutto il mondo, il Thinking Day, la Giornata del pensiero, un appuntamento annuale che è anche un’occasione di riflessione e di promozione del movimento. Dopo l’apertura della giornata che ha visto l’associazione scout cattolica, l’Agesci e quella laica, il Cngei, riunite sotto le insegne della Federazione Italiana Scout in un momento di condivisione e di scambio di doni, la giornata è proseguita con tante attività dedicate al tema di quest’anno, la leadership, declinato secondo le fasce d’età dei partecipanti, dagli 8 ai 21 anni. Nello scautismo, un leader è chi si pone in atteggiamento di ascolto, sa prendersi responsabilità, si interessa agli altri, è in grado di generare legami positivi tra le persone e sa creare un bel clima nel gruppo, perché ciascuno si senta apprezzato e valorizzato e perché, tutti insieme, si raggiunga l’obiettivo scelto. E’ nel servizio, nell’aiutare gli altri in ogni circostanza che possiamo esprimere al meglio la nostra leadership: essere attenti a un fratellino o a una sorellina che non riesce a giocare, fare in modo che nell’impresa ogni guida e ogni esploratore abbia il proprio ruolo e il proprio compito, aiutare i propri amici rover e scolte nella scelta degli impegni nel proprio punto della strada. Per aiutarci a riflettere sulla leadership, e in particolare sull’espressione femminile, abbiamo coinvolto alcune testimonianze significative di donne, esempi di leader carismatici, persone belle e significative del nostro tempo, di cui abbiamo provato a capire le loro virtù, a scoprire come hanno vissuto e che cosa hanno portato nelle loro comunità. Tra queste ha portato la sua esperienza Ida Meglio, fondatrice di Sociallending, piattaforma web per il fundraising, che ha raccontato ai ragazzi la sua storia di imprenditrice, di educatrice e la sua visione sul cambiamento della società. E’ stata poi la volta di Gemma Gemmiti, la fondatrice di Gemma Edizioni che ha raccontato ai piccoli scout la bellezza del suo lavoro di editrice e delle possibilità che i suoi progetti di scrittura danno alle scuole di tutta Italia. Ma questa giornata era anche il primo appuntamento delle celebrazioni del cinquantesimo anniversario dello scautismo cattolico a Cassino, una ricorrenza che abbiamo voluto sottolineare con la celebrazione di una messa di ringraziamento presieduta dal Vescovo Mons. Antonazzo in una chiesa di Sant’Antonio strapiena di ragazzi in camicia azzurra. Il Vescovo ha dialogato con i ragazzi partendo dall’invito fatto a tutti gli scout dal fondatore del movimento «Fate del vostro meglio per lasciare il mondo almeno un po’ migliore di come l’avete trovato» e sulla sintonia di tale messaggio con quello evangelico nel momento in cui Gesù ci invita a cercare la salvezza nel servizio agli altri fratelli, nemici inclusi. La giornata si è conclusa con l’intitolazione di una sede scout, presso la parrocchia Sant’Antonio, a don Francesco Varone, il promotore della nascita dello scautismo cattolico a Cassino. Sacerdote a cui tutti siamo legati da profondo affetto e gratitudine. “Voi siete una parte preziosa della Chiesa italiana” ci ha detto Papa Francesco nel 2015 e noi sentiamo in pieno questa responsabilità di fronte all’emergenza educativa del nostro tempo. Pensare prima agli altri, fin da piccoli, essere sempre pronti a servire, e così imparare per tempo che c’è più gioia nel dare che nel ricevere. Contrastare da sempre la tendenza a presentare la crescita e la vita come ricerca di una “autorealizzazione” egoistica e autocentrata e che conduce alla delusione e allo scoraggiamento perché non si realizza mai... Fare l’esperienza di andare nelle “periferie” e conoscere le situazioni di povertà che insegnano ad avere il punto di vista giusto per valutare e giudicare la realtà del mondo e delle città in cui viviamo. Se è bene essere forti e sani è per essere utili, per mettere a disposizione degli altri i nostri doni. Fare capire il valore della gratuità, che è il valore centrale per contrastare ”l’idolatria del dio denaro”, contro cui giustamente si scaglia continuamente Papa Francesco. Beati i poveri, i miti, i misericordiosi, gli operatori di pace... Questa è la via della felicità che non delude. Questo è il senso profondo della proposta educativa scout che domenica abbiamo celebrato a Cassino invadendo gli spazi di una città che ha un disperato bisogno di bellezza e di uno sguardo aperto sul futuro. Sguardo che possiamo ritrovare solo nei ragazzi. Il parrocco don Benedetto Minchella ha offerto il gelato a tutti gli scout grazie alla disponibilità dimostrata dal Green Garden.

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604