L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Il sindaco Benedetto Cardillo Il sindaco Benedetto Cardillo

Ausonia, il sindaco Cardillo: «Con la videosorveglianza tutti si sentiranno più sicuri»

Un sistema di videosorveglianza che vigilerà per garantire massima sicurezza. Il Ministero dell’Interno ha finanziato il progetto presentato dall’amministrazione comunale di Ausonia, guidata dal sindaco Benedetto Cardillo, e riguardante l’installazione di venti telecamere ad altissima risoluzione (anche notturna) in diverse parti della città per monitorare ogni movimento nell’arco delle 24 ore. Un intervento che da anni veniva sollecitato e che vuol essere una risposta agli abitanti per garantire maggiore sicurezza in paese. Il progetto è stato finanziato per un’ammontate di 40mila euro attingendo dai fondi previsti dal decreto per contrastare i fenomeni di criminalità. Il sindaco di Ausonia, Benedetto Cardillo, ha espresso infatti grande soddisfazione: «Lo scorso anno il nostro Comune, insieme ad altri 6mila Comuni italiani, ha presentato un progetto di videosorveglianza per poter attingere a quei finanziamenti - ha esordito il primo cittadino -. Questo, dopo aver ricevuto la preventiva approvazione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, è stato trasmesso dalla Prefettura di Frosinone al Ministero per l’erogazione del finanziamento. Dei 6mila Comuni che hanno presentato domanda - fa presente Cardillo - solo 660 sono stati finanziati ed Ausonia è tra questi, posizionandosi al 481esimo posto». Tutto è iniziato il 28 giugno del 2018 con il “Patto per la sicurezza urbana” siglato tra il sindaco di Ausonia e il Prefetto di Frosinone, per il potenziamento della videosorveglianza delle aree a rischio. La firma del patto ha dato la possibilità di presentare domanda di accesso al finanziamento statale per i fondi messi a disposizione dal decreto legge n.° 14 del 2017. «Per la nostra amministrazione si tratta di un risultato eccezionale e che ci rende orgogliosi - prosegue il sindaco Cardillo - soprattutto perché lavorando in silenzio e senza troppi clamori riusciamo a dare risposte concrete alle numerose richieste dei cittadini per un miglior controllo del territorio unito ad una maggiore sicurezza. Dopo avere reso Ausonia più pulita con la raccolta “Porta a Porta” - ha poi concluso il sindaco - adesso rendiamo il nostro paese più sicuro con questo sistema di videosorveglianza». In tutta la Regione Lazio solo tre Comuni (compreso Ausonia) sono riusciti a portare a casa quest’importante finanziamento. Le telecamere di videosorveglianza saranno installare nelle zone pubbliche ritenute maggiormente sensibili. «La tutela della sicurezza rappresenta un dovere che le istituzioni hanno nei confronti dei cittadini». Il progetto di videosorveglianza che l’amministrazione comunale del sindaco Cardillo sta portando avanti ha, prima di tutto, l’obiettivo di essere un deterrente a tutela della cittadinanza: uno strumento di prevenzione che diventa fondamentale anche da un punto di vista operativo contro chi delinque. Per l’installazione delle telecamere, molto spesso, si è tenuto conto delle segnalazioni dei cittadini che indicano, grazie alle loro comunicazioni, i punti della città in cui la percezione della sicurezza è a rischio. In questo modo sarà possibile dare una prima risposta importante che è frutto della collaborazione con le forze dell’ordine e con la Polizia Locale, oltre che dell’ascolto della cittadinanza.

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604