L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Baroni in conferenza (foto Frosinonecalcio.com) Baroni in conferenza (foto Frosinonecalcio.com)

Empoli-Frosinone, Baroni: «E' uno spareggio, siamo pronti a lottare»

«E’ uno spareggio, siamo pronti a lottare». E’ sicuramente questo uno dei titoli emersi nella conferenza stampa odierna tenuta dall’allenatore del Frosinone, Marco Baroni, in vista della cruciale sfida salvezza di domenics a domicilio dell’Empoli. Le chances giallazzurre di conservare la categoria passano inevitabilmente da un match fondamentale. «Il verdetto finale - dichiara il tecnico del club Ciociaro - dipende da tanti altri fattori, premettendo che si tratta a tutti gli effetti di uno spareggio. Poi dire che si cala il sipario con la gara di domenica secondo me è sbagliato. Siamo pronti a lottare e a fare del nostro meglio per farci trovare carichi e determinati a dare il massimo». Assenza pesante sarà quella in cabina di regia di Viviani. Il problema accusato lo scorso mercoledì in allenamento sembrava non fosse così grave, ma gli accertamenti effettuati hanno evidenziato purtroppo una lieve distrazione del comparto esterno del ginocchio sinistro: «Federico - la conferma di Baroni - ha avuto un problema al menisco. Stiamo cercando di recuperarlo ma sicuramente se ne parlerà dopo la sosta». Il ritorno di Andreazzoli sulla panchina dell’Empoli sicuramente andrà a generare delle conseguenze a livello tattico. In virtù di ciò i canarini non dovranno farsi sorprendere: «Dobbiamo andare in campo  e fare del nostro meglio, sopperendo alle assenze nella maniera migliore possibile. Andreazzoli è un allenatore esperto ed intelligente. Sarà molto importante il nostro atteggiamento. Come ci sapremo schierare. Equilibrio e compattezza saranno componenti fondamentali. La capacità di vincere i duelli e giocare con uno spirito vincente e propositivo è quello che ci stiamo prefiggendo tutti». Rispettando, chiaramente, i valori tecnici degli avversari: «E’ impensabile - prosegue Baroni - che il Frosinone possa fare la partita senza tener conto degli avversari. Purtroppo in alcuni episodi si può fare di più. Paghiamo la minima disattenzione. In questo momento Ariaudo e Simic stanno bene, ma voglio dare continuità. Ho tante alternative ma quello che mi preme è la giusta tranquillità, che ci permetta di giocare con convinzione». Probabile l’impiego di Dionisi a partita in corso: «Spero si possa disporre di lui in maniera part-time. Ci sono ancora due sedute e non c’è nulla di scontato». A fare la differenza sarà soprattutto lo spirito con cui la squadra approccerà all’incontro. Tigna e cuore per prendersi i tre punti: «Ora - la carica dell’allenatore giallazzurro - è il momento di fare un passo in avanti e non indietro. Bisogna convincersi dei propri mezzi senza tralasciare nulla. Io ricordo sempre ai ragazzi questo e non smetto di farlo. E’ il momento di fare qualcosa di importante con convinzione e autostima, senza guardare il negativo. C’è bisogno di fiducia. Abbiamo già affrontato gare così e sappiamo cosa dobbiamo fare. E’ chiaro che ci sarà un avversario con mille motivazioni, ma le abbiamo anche noi».

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604