L'Inchiesta Quotidiano OnLine
L'esterno della stazione ferroviaria di Roccasecca, ieri sera L'esterno della stazione ferroviaria di Roccasecca, ieri sera

Ferroviere travolto e ucciso dal treno. Circolazione bloccata fino a notte fonda

Assuntino Di Nardi, ferroviere 61enne di Piedimonte San Germano, conosceva alla perfezione la tratta ferroviaria Cassino-Roma. La stessa dove ha trovato la morte. Una carriera lunga ed esemplare. Ieri sera, purtroppo, una tragica fatalità non gli ha lasciato scampo. Di Nardi era a fine turno e - secondo le testimonianze - stava attraversando i binari, nella stazione di Roccasecca, quando è stato travolto e ucciso dal treno Roma-Campobasso. L’incidente è avvenuto intorno alle 19. L’intercity transitava ad alta velocità perché non avrebbe dovuto fare scalo. L’impatto. Poi la frenata mentre i testimoni lanciavano l’allarme. Il treno si è fermato a poche centinaia di metri dalla stazione. I soccorritori in pochi minuti sono giunti sul posto. Non è stato possibile fare altro che constatare il decesso del 61enne. Oltre al personale del 118, erano a lavoro anche gli agenti della Polfer, i carabinieri, la Polizia Locale di Roccasecca ed i Vigili del Fuoco del Distaccamento di Cassino che hanno illuminato la zona per consentire i rilievi ed il recupero della salma. Di Nardi era sposato e viveva a Piedimonte. Una persona perbene e riservata. Così lo ricordano in città, ancora sotto choc per la tragedia. 
Intanto, la circolazione ferroviaria è rimasta bloccata fino a tarda notte. Il convoglio in partenza dalla Capitale alle ore 19,07 è stato sospeso, altri due partiti poco prima sono rimasti bloccati a Frosinone e uno a Colleferro. Per i pendolari che rientravano da Roma è stato l’inferno. Ferrovie dello Stato ha fornito assistenza all’intercity dove i passeggeri si trovavano da ore. Cibo e acqua per tutti loro. Caos alla stazione ferroviaria di Frosinone dove centinaia di viaggiatori sono stati costretti a scendere. Alle 22 erano stanchi e infuriati.          

DA L'INCHIESTA QUOTIDIANO, OGGI IN EDICOLA

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604