L'Inchiesta Quotidiano OnLine
La corsia di uno dei nostri ospedali La corsia di uno dei nostri ospedali

Un feto gommoso è un insulto alla vita che si vorrebbe preservare

No. Mi spiace, ma non è solo una campagna di comunicazione antiabortista di pessimo gusto. E' qualcosa di più. Un feto gommoso è un insulto alla vita. Proprio quella che l'associazione, presente come uno dei tanti sponsor al Congresso mondiale delle Famiglie in corso a Verona, vuole difendere a tutti i costi. Anche fornendo al visitatore qello che tutti chiamano in queste ore "gadget". Alla stregua di una cartellina con penna a scatto. E fogli per prendere appunti. Dandogli persino un nome. Hanno scelto che si chiami Michele. Puoi portarlo a casa, farlo vedere alla dirimpettaia, agli amici dei tuoi figli, utilizzarlo magari anche a scuola, perché no. Per fare una lezione sull'interruzione di gravidanza. Signori, ma c'è davvero bisogno di un E.T. antiabortista per rendere più sensibili le donne di ogni età? Tra le quali c'è chi non sceglie, ma compie un doloroso rito. Che sia chirurgico o farmacologico, poco importa. Non stiamo parlando a femmine ignoranti, ma ad un popolo di donne. E come tali ragionevolmente consapevoli di cosa accade loro durante una maternità. In particolare quando non voluta. Non cercata. Sarebbe più ragionevole spiegare, e lì sì che ce n'è bisogno, ai tanti adolescenti nelle nostre scuole, cosa sia la contraccezione. Anche quella di gomma. 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604