L'Inchiesta Quotidiano OnLine

Ieri l’autopsia a Daniele Arduini: confermata l’ipotesi dell’incidente. Domani i funerali

Si svolgeranno domani alle 16 nella chiesa di San Pietro e Paolo a Torrice i funerali di Daniele Arduini. Il pm Barbara Trotta ha rilasciato il nullaosta per le esequie. Due ore e mezza, dalle 15 alle 17,30, è durata l’autopsia, ieri, sul corpo del giovane trovato senza vita venerdì pomeriggio nel parcheggio Multipiano di via Ciamarra a Frosinone. Ad eseguire l’accertamento, disposto dal pm Trotta, è stato il medico legale Gabriele Margiotta, di turno presso la Procura del capoluogo ciociaro. L’anatomopatologo si è riservato 45 giorni di tempo prima di depositare la relazione sull’autopsia. Sono stati eseguiti prelievi di materiale biologico che saranno analizzati in laboratorio. All’esame ha preso parte, in qualità di consulente della famiglia Arduini, anche il medico legale Paolo Straccamore. Da un primo accertamento, non sarebbero emersi segni evidenti di una morte violenta dovuta a fattori differenti dalla caduta. Ciò vuol dire che la pista dell’incidente, mentre il 18enne praticava il parkour, sarebbe confermata. Ma le indagini proseguono per accertare se il giovane si trovasse da solo al momento della caduta oppure se fossero presenti altre persone. Intanto, l’amministrazione comunale di Torrice, comune dove il ragazzo viveva con i suoi genitori, annuncia che nel giorno dei funerali sarà proclamato il lutto cittadino. Da venerdì scorso sulla pagina Facebook “Mauro Assalti sindaco” è in primo piano il messaggio di cordoglio alla famiglia di Daniele: «Il sindaco Mauro Assalti e l'intera amministrazione comunale si stringono attorno al dolore della famiglia Arduini-Mastronardi per la perdita improvvisa del caro figlio Daniele. L'intera comunità torriciana è sconvolta e sta vivendo un dolore immenso per la tragedia che ha colpito una famiglia conosciuta, stimata e ben voluta da tutti».
Una tragedia che ha colpito tutta la ciociaria. Daniele - stando alle indagini finora svolte - intorno alle 10 di venerdì sarebbe stato accompagnato a scuola dal nonno. Frequentava il liceo Scientifico Sulpicio di Veroli. Alle 14 avrebbe dovuto sostenere un esame. Ma Daniele davanti alla commissione non è mai arrivato. Tra le 11,30 e le 12 sarebbe stato ripreso dalle telecamere mentre da solo si incamminava verso il Multipiano di Frosinone. Poco prima delle 13 una donna che stava andando a riprendere l’auto ha notato il corpo senza vita del ragazzo ed ha lanciato l’allarme. Immediato l’arrivo sul posto dei soccorritori che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del 18enne. L’area è stata interdetta dai carabinieri mentre venivano eseguiti i rilievi. Il giorno seguente, sabato, sul posto sono giunti, per un sopralluogo, anche il pm Trotta ed il medico legale Margiotta. Sono state ascoltate decine di persone tra familiari, amici e compagni di scuola. Esaminate tutte le telecamere della zona: gli uomini del tenente colonnello Andrea Gavazzi e del maggiore Antonio Lombardi hanno lavorato ininterrottamente per ricostruire l’incidente.        

 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604