L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Il sindacalista Emilio Lucidi

Cassino al voto, i pensionati della Uil propongono una piattaforma per il sociale ai candidati sindaco

«La gente, i Pensionati aspettano di definire insieme i capitoli attuativi di un patto per la città di Cassino e il territorio, a difesa dell'alto patrimonio storico, culturale, sociale ed economico e dei valori dell'Europa»: lo annuncia Emilio Lucidi, segretario Stuilpensionati Frosinone.
La Uilpensionati di Cassino invita gli amministra- tori con a capo i candidati a Sindaco, ad analizzare i tanti problemi aperti.
«Guai a sottovalutare le difficoltà delle famiglie, a non comprendere le preoccupa- zioni, il disagio e le sofferenze sociali di quanti non sono in grado di gestire autonomamente le complessità».
«Siamo consapevoli delle difficoltà di garantire le risorse economiche adeguate ad assicurare i molteplici interventi. Per questo - spiega Lucidi - chiediamo di avviare con trasparenza e concretezza un nuovo metodo di confronto con la città, con le realtà sociali ed economiche, con il sindacato, la definizione di un piano strategico ed un patto per la città, con al centro la persona».
«Cassino - si legge in un documento a firma congiunta Uilpensionati Cassino e Stuilpensionati Frosinone - deve tornare ad essere il punto di riferimento dell'intero territorio, capace di attrarre attività e servizi ad alto valore aggiunto e rientrare a pieno titolo nei circuiti provinciali, regionali, nazionali, internazionali. Che guarda al lavoro, alla formazione, alla innovazione, alla progettualità per dare ai giovani le possibilità di poter restare a Cassino, contribuire alla crescita economica e sociale, prendersi per mano la loro vita. Ai diversamente giovani e a chi subisce sempre più gli effetti della crescita costante delle disuguaglianze».
«A chi è costretto a vivere attraverso un Welfare dove abbondano le più strane scorciatoie riparatorie ed assistenziali - prosegue l’organizzazione sindacale -, che non garantiscono una vita dignitosa e gli ultimi a non essere considerati e guardati sempre come gli ultimi. Alle persone bisognose di cure alle quali va garantito il diritto a curarsi subito e bene e non subire l'umiliazione del viaggio della speranza, dentro e fuori Cassino. Alle famiglie per continuare ad essere la speranza dei figli in cerca di lavoro, degli anziani bisognosi di affetto e cure, dei capi famiglia che perdono il lavoro». Secondo Uilpensionati Cassino e Stuilpensionati Frosinone, è urgente «fare sistema, impegno a sostegno delle imprese, commercio locale, l'associazionismo affinché possano essere liberate le economie per uno sviluppo occupazionale, turistico e integrazione sociale». La Uilpensionati chiede la nascita di un assessorato specifico che tenga in considerazione la continua mappatura delle esigenze: - abbattimento della barriere architettoniche fisiche e culturali.
- Vicinanza alle persone con Handicap, non autosufficienti anche e soprattutto attraverso la richiesta di una legge nazionale.
- Alla ridefinizione di una sanità del territorio, quale vicinanza al cittadino e contributo alla difficile situazione dei PS.
- Elaborazione di un piano integrato " Comune - Scuola - Università -Centri Sociali Trasporti, per meglio intercettare la conoscenza dei bisogni, degli obiettivi e delle risposte". - Definizione di un piano operativo che preveda la gestione integrata del ciclo dei rifiuti, interventi di bonifica, recupero ambientale e monitoraggio continuo dell'intero sistema idrogeologico».
La conclusione di Lucidi e dei dirigenti della Uilpensionati Cassino consiste in un vero e proprio appello: «Sindaci, amministratori è il momento di mettere il coraggio al di sopra della paura!. Le povertà non si abbattono con il REI se non si trova il lavoro. La quota 100 è un contributo che può essere vano se non si interviene con una politica di inserimento dei giovani...... La Uilpensionati è pronta a dare il proprio contributo, attraverso politiche di stimolo e controllo, affinché gli amministratori diano il giusto riconoscimento ai cittadini di Cassino e dell'intero territorio».

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604