L'Inchiesta Quotidiano OnLine

Giustizia, la Lega: non votiamo una non riforma, vuota e inutile

“La Lega non vota una non riforma, vuota e inutile - si legge in una nota della Lega -. Siamo al lavoro per una reale riduzione dei tempi della giustizia, per un manager nei tribunali affinché diventino realmente efficienti, perché ci sia certezza della pena: colpevoli in galera e innocenti liberi. Sanzioni certe per magistrati che sbagliano o allungano i tempi, no a sconti di pena per i criminali e un impegno per la separazione delle carriere e anche del Csm per garantire giustizia efficiente, equa e imparziale. I cittadini non possono essere ostaggi di processi infiniti". Il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, in conferenza stampa dal Papeete beach di Milano Marittima: "Qualora venisse meno, ad altri e non a noi, la voglia di sbloccare ed efficientare anche i tempi della giustizia, che oggi sono fuori dal mondo...", non starò al governo perché "o una riforma della giustizia è importante, vera, pesante, significativa che dimezza davvero i tempi del processo penale, o non siamo al mondo e al governo per fare le cose a metà".
Il governo metterà la fiducia sul decreto sicurezza al Senato? "Non lo so, spero di sì però", ha risposto Salvini aggiungendo: "Il decreto sarà approvato" la prossima settimana. "O la prossima manovra ha un pesante taglio di tasse o andiamo avanti con gli zero virgola, non serve all'Italia. E non potrà mai avere il sostegno della Lega", ha detto ancora  Salvini. "Cosa c'entra Berlusconi?" Sulle intercettazioni "vi pare normale che finisca sui giornali un pettegolezzo sull'amante - ha detto Matteo Salvini a SkyTg24 -? Chi vuole il gossip compra i giornali di gossip. I pettegolezzi da spiaggia devono restare chiusi in un armadio altrimenti diteci che siamo in uno stato di polizia e chiunque è titolato ad ascoltare chiunque". "Noi la buona volontà" per un'intesa sulla riforma della Giustizia "ce la mettiamo ma se Bonafede inizia a tirare in ballo Berlusconi,il passato e il futuro...". Parlando della Alan Kurdi, Salvini ha detto: "Governo tedesco avvisato mezzo salvato, ong avvisata mezza salvata: se entrano in acque italiane prenderemo possesso di quella imbarcazione. Stiamo giocando a rubamazzo? Basta, mi sono rotto le palle. Le navi saranno requisite e saliremo a bordo". E in mattinata erano arrivate le parole, in una diretta Facebook, del ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede: "La separazione delle carriere dei magistrati e la riforma delle intercettazioni sono i due punti forti della politica sulla giustizia di Silvio Berlusconi. Dico alla Lega che sono aperto a tutte le proposte, ma non stanno governando con Silvio Berlusconi. Se lo mettessero in testa". 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604