L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Gino Rossi alla manifestazione dello scorso primo maggio ad Isola Liri Gino Rossi alla manifestazione dello scorso primo maggio ad Isola Liri

Vertenza Frusinate, lavoratori senza soldi e assegni fermi da 15 giorni in Regione. Lunedì altro sit in

Una delegazione del comitato dei senza lavoro di Vertenza frusinate (Emiliano Fabbrizi, Mauro Proietti, Gino Rossi e Luigi Carlini) si è attivata presso la questura di Frosinone per avere l'autorizzazione per fare un SIT-IN nel piazzale della prefettura di Frosinone il giorno lunedì 12 agosto 2019 ore 10.00.
Poi la delegazione si è recata presso la polizia locale di Frosinone per protocollare l'evento ed infine - spiega Gino Rossi, portavoce del comitato - «siamo andati in prefettura con il documento fatto dalla Digos per informare il Prefetto dell'evento. Secondo le informazioni che ha Vertenza Frusinate tutte le domande della mobilità in deroga sono oltre 15 giorni che sono ferme in regione. Che cosa si sta aspettando? Le stanno lavorando per l'invio al ministero? Perché hanno deciso di inviarle l'ultimo giorno disponibile?
(30 agosto) Vorrei ricordare alla Regione - ha spiegato ancora Rossi - che i disoccupati sono circa 6 mesi che sono senza reddito. Questo è il tema da presentare al Prefetto di Frosinone: sollecitare verso la regione per l'invio al ministero delle domande per il pagamento della mobilità in deroga 2019 /2020».
Restano in alto mare le altre questioni su cui Vertenza Frusinate ha chiesto una risposta. Innanzitutto la ricerca delle risorse necessarie a completare l’anno di cassa integrazione in deroga. Mancherebbero all’appello ancora 2 milioni di euro per evitare che l’ammortizzatore si fermi a novembre e quindi impedisca ai lavoratori di agganciarsi all’eventuale ulteriore proroga in attesa che possa profilarsi una qualche ricollocazione. Proprio la ricollocazione è il punto centrale visto che mancano del tutto politiche attive del lavoro. Una riunione tenuta in regione sull’argomento è stata aggiornata ma non si sa quando sarà di nuovo effettuata. In ogni caso si tratta di prevedere misure concrete che al momento nessuno sa quali possano essere.

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604