L'Inchiesta Quotidiano OnLine
L'ingresso in campo delle due squadre L'ingresso in campo delle due squadre

Coppa Italia, poker del Frosinone alla Carrarese. Ora c'è il Monopoli

FROSINONE (4-3-1-2): Bardi; Salvi, Brighenti, Ariaudo, Beghetto (33’ st Zampano); Paganini, Maiello, Gori (13’ st Tribuzzi); Ciano; Citro (40’ st Matarese), Trotta.

A disposizione: Iacobucci, Bastianello, Verde, Vitale, Obleac, Krajnc.

Allenatore: Nesta.

CARRARESE  (4-2-4): Forte; Ciancio (1’ st Mignanelli), Conson, Tedeschi, Mezzoni; Pasciuti, Cardoselli (26’ st Fortunati); Valente, Maccarone (8’ st Manneh), Biasci, Bentivegna.

A disposizione: Pulidori, Scolari, Manzo, Maccabruni, Petruccioli.

Allenatore: Baldini.

Marcatori: 10’ pt Ciano, 43’ pt Paganini, 3’ st Ariaudo, 36’ st Tribuzzi.

Note: spettatori: 3.174 di cui 74 ospiti per un incasso di euro 20.155,00; angoli: 7-5 per il Frosinone; recuperi: 2’ pt.

Un bel Frosinone cala il poker alla Carrarese nella prima uscita ufficiale della nuova stagione, conquistando l'accesso al terzo turno di Coppa Italia. I giallazzurri affronteranno tra sette giorni il Monopoli, visto che i pugliesi hanno battuto il Cosenza. Positiva la prestazione sciorinata dagli uomini di Nesta fra le mura amiche del "Benito Stirpe". Il Leone ha praticato un buon calcio, mostrando passi in avanti sul piano del gioco rispetto alle uscite pre-season. Si iniziano ad intravedere sul campo le prime risposte alle richieste dell'ex tecnico del Perugia. Terzini costantemente proiettati in avanti, circolazione veloce del pallone e Ciano sempre nel vivo del gioco con gli attaccanti che non danno mai punti di riferimento. Ma, soprattutto, mezzali che attaccano sempre lo spazio con inserimenti repentini. Due a zero alla fine del primo tempo grazie alle reti di Ciano e Paganini, altri due gol nella ripresa con le firme di Ariaudo e Tribuzzi (prima marcatura in assoluto tra i professionisti). 

LA SODDISFAZIONE DI NESTA NEL POST GARA - 

In sala stampa Alessandro Nesta ha esternato la sua soddisfazione per la brillante prova fornita dai suoi e per il passaggio del turno: «Abbiamo fatto una grande partita, dopo 30 secondi siamo andati al tiro. Sono soddisfatto di quello messo in pratica in campo, non mi posso lamentare e sono molto contento. Citro e Trotta potevano essere più fortunati o decisi, gli attaccanti vivono per il gol e ne basta uno per far procedere al meglio le cose». Sulla titolarità di Bardi in porta:  «Oggi ho deciso così, il campo dirà la sua. Sono molto contento per la personalità dimostrata e l'attenzione che ha avuto, in ogni caso la gerarchia non è definita. Nessuno si compra la tessera da titolare». Su cosa non gli sia piaciuto: «Poco, non mi posso lamentare di niente. Forse in qualche situazione siamo stati tardivi nella lettura. Mi è piaciuta la fase difensiva, e le mezzali forti sui terzini, anche il coraggio di giocare davanti all'area di rigore».  Confermati gli arrivi di Haas, Rohdén ed Eguelfi come riportato nei giorni scorsi dalla nostra redazione: «Potranno dare un grande contributo. Il Frosinone quando sono arrivato io era già forte. Poi in funzione del nostro modulo abbiamo cercato caratteristiche un po’ diverse su alcuni giocatori, sono arrivati e per questo sono contentissimo».

Gori in azione (foto Frosinonecalcio.com)
Gori in azione (foto Frosinonecalcio.com)

 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604