L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Lancio del formaggio Lancio del formaggio

Attesa quasi finita, al via ad Alatri il Palio delle 4 porte

E' Palio! La lunga attesa del “Palio delle 4 porte” sta per terminare. Il primo settembre si rinnova il tradizionale tiro al formaggio, una delle manifestazioni popolari più seguite in città. Come già avviene da qualche anno, il 31 agosto si svolgerà il Mini Palio, e che vedrà come protagonisti i ragazzi fino a 14 anni. Questi si affronteranno tra loro e determineranno la sequenza dei tiri degli adulti che si cimenteranno appunto il primo settembre. L’edizione 2019 sarà più ricca delle altre perché nel contesto agonistico ci sarà posto per il sociale, e più precisamente per una nobile causa: la donazione del sangue. Oltre alla Pro Loco cittadina, all'Ufficio cultura di Alatri e ad i Ragazzi del Fontanile entrerà in gioco l’Avis cittadina. Questo il programma della due giorni del Palio delle 4 Porte: si inizierà il 31 agosto alle ore 17,30 con il Mini Palio, ma già alle 16,30 e fino alle ore 21 in Piazza Santa Maria Maggiore sosterà un’ autoemoteca per la raccolta del sangue. Alle 21,15 l’atteso concerto “Lucio e Lucio”, l’omaggio ai due grandi cantanti Lucio Battisti e Lucio Dalla. Il primo settembre alle 10,30 verrà celebrata una santa messa nella chiesa di Santa Maria Maggiore, dove nella navata di sinistra è alloggiata la statua della Madonna della Libera compatrona della Città di Alatri, ed a cui è dedicato il palio. La gara del lancio al formaggio inizierà intorno alle 16,30 nella zona del Vasone e si concluderà in via Cesare Battisti. A corollario delle gare della due giorni sono previste delle serate enogastronomiche curate come sempre (e bene) dall’Associazione dei Ragazzi del Fontanile. La zona del Vasone e della Passeggiata sarà invasa dalla gente e dai colori delle quattro squadre che si sfideranno a lanci di grosse forme di formaggio. Ogni squadra in rappresentanza delle 4 porte cittadine: Porta Portati (partecipanti delle zone delle contrade di Fiura e zona pedemontana); Porta San Pietro (contrade di Colellavena, Porpuro, Chiappitto...); Porta San Francesco (Monte San Marino, Fraschette, Castagneto, Seritico); Porta San Nicola (Tecchiena e relativa Piana). Ogni squadra è formata da 5 persone: due lanciatori, due avvolgitori ed un vessilliere. Per gli amanti delle statistiche, questo il palmares degli ultimi 12 anni di gare: Porta Portati, 5 vittorie (anni 2008, 2012, 2014, 2015, 2018); Porta San Francesco (2011, 2016, 2017); Porta San Pietro (2007); Porta San Nicola (2009). Infine, un’annotazione che non è una critica. Visto che una prerogativa degli alatrensi è il voler dedicare, quasi ad ogni costo una via, una piazza, uno slargo o una sala a personaggi che hanno dato lustro alla città, perché non dedicare il “Palio delle 4 porte” al compianto maestro Gino Gatta che amava e forse è stato l'artefice di questa manifestazione? La stessa cosa è stata fatta per un altro personaggio illustre, Flavio Fiorletta, a cui è dedicato il Festival internazionale del Folklore.                   

Bruno Gatta

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604