L'Inchiesta Quotidiano OnLine
La stazione di Cassino La stazione di Cassino

Ripristinata la circolazione ferroviaria, ma i disagi persistono

E’ ripresa ieri, come programmato, la circolazione ferroviaria fra Ciampino e Colleferro-Segni-Paliano, linea Roma – Cassino (FL6), e fra Ciampino e Albano Laziale, linea Roma – Albano (FL4), a conclusione degli interventi di potenziamento infrastrutturale. Lo rende noto RFI attraverso una nota stampa: «Il traffico ferroviario era stato sospeso il 3 agosto per consentire i lavori di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane), per l’incremento dell’affidabilità dell’infrastruttura, il miglioramento della puntualità e della regolarità del servizio ferroviario. I lavori, investimento complessivo oltre 16 milioni di euro, sono stati eseguiti da circa 300 persone fra tecnici e operai di RFI e delle ditte appaltatrici. Gli interventi sono serviti per incrementare gli standard di affidabilità e regolarità dell’infrastruttura ferroviaria: rinnovati otto chilometri di binario (rotaie, traverse e pietrisco) tra le stazioni di Valmontone e Colleferro; adeguati i binari nella stazione di Zagarolo, attività propedeutica al rinnovo di sei scambi programmato entro il mese di ottobre; realizzato il rinnovo completo delle strutture di supporto con sostituzione della linea elettrica e svolte attività preventive di contenimento del dissesto idrogeologico».
Inoltre - prosegue la nota - «è stato realizzato il consolidamento di due cavalcavia e completata la prima fase di intervento per l’incremento prestazionale nelle tre gallerie Colonna, Olmata e Docciarello che, al termine dei lavori, consentiranno il passaggio dei treni che trasportano carri con container High Cube». In questo caso, ogni giorno sono stati impegnati circa 200 tecnici di RFI e delle ditte appaltatrici. «Investimento complessivo - conclude la nota - 14 milioni di euro».
I pendolari che viaggiano sulla FL6 (linea Cassino-Roma) ieri mattina sono arrivati quasi tutti in orario se non addirittura in anticipo. «Buongiorno 09,54 da Ceccano in orario. Arrivato a Roma Termini con qualche minuto di anticipo. Magari sempre così...» scriveva un viaggiatore. Chi è giunto nella Capitale qualche minuto prima dell’orario previsto ironizza: «Treno partito da Ceccano alle 11.09 arrivato a Termini con 5 minuti di anticipo (ecco spiegato il cambiamento climatico)». Ma in serata i toni sono cambiati completamente: «18:07 treno fermo fuori Termini. Non è cambiato un...». Disagi, dunque, al rientro dalla Capitale. «Il disagio è alle porte, parti alle 17.42 da Roma e alle 19,20 devi arrivare a Frosinone. Ti affacci e scorgi il galaxy express 999, il futuro affianco ad un umile treno del dopoguerra».
Ed ancora: «18.42 fermo in mezzo al nulla causa guasto agli impianti di circolazione... quasi quasi erano meglio le navette». 
Una giornata partita bene, ma che si è conclusa, ancora una volta, con tanti disagi per i pendolari della FL6.

DA L'INCHIESTA QUOTIDIANO, OGGI IN EDICOLA

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604