L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Maria Verlezza Maria Verlezza

Maria Verlezza è morta per cause naturali

E’ stato un malore ad ucciderla, ma saranno gli ulteriori esami di laboratorio ad individuare con esattezza le cause della morte di Maria Verlezza. La 31enne di Santa Maria a Vico è stata trovata senza vita sabato mattina nella casa di Rocca D’Evandro dove recentemente si era trasferita con il compagno. 
Ieri è stata eseguita l’autopsia: il medico legale Gabriele Margiotta, consulente della Procura di Cassino, si è riservato 60 giorni di tempo prima di depositare la relazione sull’esame. Ha prelevato campioni biologici dal corpo della ragazza per esaminarli attentamente in laboratorio. L’autopsia è durata circa due ore. La salma, a seguire, è stata rilasciata ai familiari per le esequie che si terranno oggi nel paese di origine della 31enne, in provincia di Caserta. 
Nessun segno di violenza sul corpo della vittima - come già accertato dagli investigatori in sede di ispezione esterna -: non si esclude che fosse affetta da qualche patologia a lei sconosciuta. Una tragedia improvvisa ed immane che ha scosso anche la comunità roccavandrese, dove la ragazza si era stabilita da poche settimane insieme al suo compagno, ed il cassinate. E’ stato proprio il convivente a trovare il corpo senza vita di Maria, nel letto di casa, sabato mattina. Erano usciti la sera precedente e al rientro si erano addormentati. Nulla faceva presagire un simile e tragico epilogo. Il compagno ha provato a svegliarla sabato mattina, purtroppo Maria era morta. Ha subito lanciato l’allarme e chiesto l’intervento dei soccorritori ma per la giovane parrucchiera non c’è stato nulla da fare. Il personale del 118 ha dovuto dichiararne il decesso. A casa della coppia sono intervenuti anche i carabinieri della Stazione di Rocca D’Evandro e della Compagnia di Sessa Aurunca per tutti gli accertamenti del caso. Su disposizione del pm Fusco della Procura di Cassino, la salma è stata sequestrata e trasferita all’ospedale Santa Scolastica per l’autopsia. Ieri l’esame irripetibile. Subito dopo la salma è stata rilasciata ai familiari e riportata a Santa Maria a Vico dove è stata allestita la camera ardente, nell’attesa delle esequie che si terranno oggi.    

DA L'INCHIESTA QUOTIDIANO, OGGI IN EDICOLA

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604