L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Il sit-in no acea Un sit-in no acea

Comitato No Acea, spostata al 13 novembre l'udienza sull'ammissibilita' della class action

«La speranzosa attesa che per diversi mesi ci ha accompagnati fiduciosi verso l’udienza del due ottobre u.s. è stata come parecchi di noi pensavano, ma per scaramanzia non esplicitavano, rimandata al 13 novembre p.v.»: lo ha annunciato ieri Renato De Sanctis, consigliere comunale e leader del Comitato No Acea.
Parliamo naturalmente della “Class Action” che il Comitato No Acea, con l’ausilio di circa 800 promotori e la professionalità degli avvocati Massimo Clemente, Patrizia Menanno, Raffaele Panaccione, Anna Maria Carrelli, Chiara Samperisi, hanno messo in piedi, per - ha spiegato De Sanctis - «reclamare diritti e rimborsi che una multinazionale quale Acea spa, attraverso una sua controllata, Acea-Ato 5 spa, sta negando da oltre 15 anni tutti i cittadini-utenti della provincia di Frosinone. Non entriamo nel merito (non è nostro compito), e nella modalità con cui si è arrivati a questo differimento di udienza, ma sentire le considerazioni degli avvocati, ci fa pensare che anche questa parte importante della organizzazione statale non è esente da condizionamenti. Guai se perdessimo la fiducia nelle istituzioni, sarebbe una sconfitta, ancor prima di presentare le ragioni che sono a supporto dello stesso ricorso».
«Attendiamo allora questa nuova data del 13 novembre 2019 e nel contempo ci organizziamo per altre battaglie».
È stata infatti presentata dal gruppo consiliare Renato de Sanctis, una mozione con richiesta di ulteriore passaggio al Consiglio Comunale, su di un punto importante (che è stato anche motivo di accordo programmatico con il sindaco Salera), che riguarda proprio il Servizio Idrico Integrato in mano pubblica”. (applicazione dell’art. 35 della convenzione, con Recesso unilaterale). La mozione-illustrativa è stata depositata presso la commissione preposta, che ne discuterà martedì 8 ottobre, per poi presentarla, in aula, al prossimo consiglio comunale, ancora da fissare.

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604