L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Il sindaco di Pontecorvo Anselmo Rotondo Il sindaco di Pontecorvo Anselmo Rotondo

Tragedia in Fca. Il sindaco di Pontecorvo: Fabrizio, vittima del lavoro, dimenticato dalle istituzioni

Una lettera aperta è stata scritta nelle scorse ore dal sindaco di Pontecorvo, Anselmo Rotondo, alle istituzioni. Eccone il testo integrale: "In queste ore di dolore, immutato, e successive al triste addio celebrato sabato scorso nella basilica cattedrale di Pontecorvo tante, tantissime persone della comunità locale hanno espresso il loro disappunto, la loro amarezza per l'assenza ai funerali celebrati in forma solenne e con lutto cittadino dei rappresentanti istituzionali del Governo, della Regione e della Provincia di tutti gli schieramenti politici. Assenze che hanno pesato sopratutto perché nelle ore successive il tragico incidente sul lavoro in Fca tutti hanno dato alle stampe dichiarazioni e atti di solidarietà più o meno formali. Coloro i quali hanno decantato parole sulla sicurezza, sul lavoro, sull'affetto e sulla vicinanza ai familiari hanno mancato sul lato umano di vicinanza sostanziale nei confronti della famiglia e di tutta la comunità pontecorvese".

"Fabrizio mancherà alla sua famiglia, mancherà anche a tutti noi. Lui persona per bene e gran lavoratore. L'amministrazione comunale ha fatto ciò che si doveva, ha unito la comunità locale. Ha tramutato il dolore immenso della famiglia in dolore collettivo, ciò alla presenza dell'onorevole Francesca Gerardi presente accanto al sottoscritto. La morte di Fabrizio non è una questione tutta pontecorvese, egli è morto mentre si guadagna da vivere per la sua famiglia in uno stabilimento di portata internazionale. È morto un lavoratore, un padre, un marito, un figlio. Lo Stato gli doveva rispetto nel giorno del funerale. Cosa che purtroppo è mancata. Pontecorvo se ne rammarica. Ma non dimenticherà", è la conclusione di Rotondo.

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604