L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Antonio Sessa Antonio Sessa (Flp-Cgil)

Comune di Cassino, Sessa (Cgil): bene Salera sulla clausola di salvaguardia per il bando tributi

A margine della questione riguardante gli otto lavoratori della società “Andreani tributi” che, negli ultimi giorni,  hanno sollevato perplessità sulla loro tutela  interviene il segretario provinciale della Cgil Antonio Sessa: «Noi apprendiamo, con soddisfazione, la notizia apparsa sulla stampa di oggi, in cui il sindaco di Cassino Enzo Salera  dichiara di aver dato indicazione alla dirigente del settore finanziario, la dott.ssa Tallini, di inserire nelle linee guida del nuovo bando la clausola di salvaguardia per i lavoratori attualmente impegnati nel servizio di riscossione tributi del Comune di Cassino, gestito dalla società “Andreani tributi s.r.l.”. Da sempre la Cgil si è battuta per avere una legge riguardante gli appalti che finalmente è stata approvata  pochi anni fa  e che salvaguardia i lavoratori degli appalti con grande rilevanza di manodopera da continui cambi di gestione. Per tanto per noi risultava inspiegabile e ingiustificato se tale garanzia non fosse stata inserita nel nuovo bando che la Stazione Appaltante della Provincia di Frosinone indirà per il  servizio di riscossione tributi del Comune di Cassino, ove la manodopera risulta il costo più rilevante per chi dovrà gestire tale servizio. Il lavoro iniziato da questi lavoratori ha portato, fino ad oggi, importanti introiti nelle casse del Comune  e non si riuscirebbe a capire come si possano disperdere le professionalità acquisite dai dipendenti della Andreani negli ultimi 5 anni. Ad oggi, con l'appalto scaduto il 30 Settembre, non abbiamo nessuna notizia, né da parte della committente, né da parte del gestore, sulla prosecuzione del servizio di riscossione e i lavoratori, nonostante tutto, continuano a prestare la loro opera con grande professionalità e abnegazione. Fino ad oggi, negli ultimi 10 anni, tutti i servizi appaltati all'esterno dal Comune di Cassino, ove ci sono stati cambi d'appalto, hanno sempre visto la continuità e quindi la garanzia del subentro ad ogni cambio d'appalto. Ricordo a me stresso e soprattutto a chi amministra la Cosa Pubblica che stiamo parlando di lavoratori che percepiscono al massimo 1000 euro al mese, con contratti di lavoro part-time e che garantiscono servizi ai cittadini e al Comune tutti i giorni per l'intera giornata». I lavoratori, nel corso dei 5 anni, han­no svolto un ruolo fondamentale per le finanze del Comune, ancor più avvalorato se si pensa all'importanza delle entrate che l'ufficio da loro gestito continua a riscuotere in questa fase di dissesto che precarizza l'economia comunale. I dipendenti della ditta e­sterna hanno inoltre svolto corsi di forma- zione per gli impiegati del Comune di Viterbo.                                                            

Lorenzo Vita

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604