L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Vincenzo Finiello Vincenzo Finiello

Il ritorno della grande boxe a Frosinone

Sabato sera 5 ottobre, di fronte a un foltissimo pubblico la grande boxe è tornata prepotentemente in Ciociaria all’interno del Polo Commerciale “Centro Città di Frosinone” grazie alla perfetta organizzazione dell’Associazione Culturale “Nuova Speranza” del Presidente Giuliano Antonucci in collaborazione con la palestra “Asd Temple” e l’Unione Pugilistica Provinciale a cui aderiscono ben dodici palestre del territorio. Un cartellone pugilistico di primo piano il cui preambolo è stato svolto egregiamente dal pimpante “galletto” Guerrino Spada della “D. Tiberia” che ha surclassato Ejupi Klajdi della “Pugilistica Di Giacomo” piazzandosi a centro ring e imponendo i tempi giusti per un  continuo e sistematico anticipo dell’avversario che nulla ha potuto allo strapotere atletico e pugilistico di Spada. Dopo una lunga assenza per problemi fisici è tornato all’agonismo il forte peso welter Federico Quattrociocchi della “L. Quadrini” che nella palestra di famiglia a Boville Ernica riesce a conciliare la sua grande passione con i tanti impegni quotidiani dimostrando anche in questa occasione di poter competere con i migliori pari peso in circolazione. L’allievo del maestro Franco Federici Cristiano Perrone “Boxe Colonna” ha stravinto il confronto con l’ostico Vincenzo Verderosa della “New Fight” del maestro Luigi La Grasta dimostrando padronanza del ring ed eccellente impostazione pugilistica. Il clou della serata incentrato sui match tra i professionisti ha visto l’esordio della vice campionessa italiana dilettante e più volte titolare della maglia nazionale femminile Maria “Russian” Cecchi che ha sciorinato un ottimo pugilato nei confronti della quotata serba Dasovic Maruana piazzandosi sin dalla prima ripresa a centro ring con azioni continue, ottima scelta dei tempi, anticipo puntuale alle folate avversarie e aggiudicandosi con merito il verdetto finale. Il ritorno tra le mura amiche del welter Daniele “Giaguaro” Iacovissi è coinciso con un’altra netta affermazione ai punti nei confronti del valido serbo Janjic Zlatko. Una meritata vittoria che rappresenta sicuramente un fattore più che positivo per avvicinare ulteriormente la concreta possibilità di poter competere per il titolo nazionale della categoria. Identico discorso per il peso leggero Vincenzo “Black Cat” Finiello, salernitano di nascita ma “pontecorvese” di adozione che, dopo aver tentato invano la scalata al titolo nazionale dei pesi leggeri per ben tre volte ma sempre fuori provincia, finalmente potrà avere nel breve un’altra chance contro il cosfidante Luca Maccaroni  con buone possibilità di disputare il match in Ciociaria. Questa nuova occasione gli è dovuta soprattutto per la grande determinazione e caparbietà che ha dimostrato anche in questa occasione contro lo scorbutico serbo Drajojevic Milovan. Ha palesato grande sicurezza e mostrato un nuovo modo di boxare a lui quasi insolito. Da picchiatore puro con un lavoro incessante di corpo a corpo intriso di spostamenti repentini sul tronco e ottima scherma pugilistica meritando le entusiasmanti ovazioni dei tanti supporter accorsi da ogni angolo della provincia. Infine il cruiser già campione d’Italia e campione del Mediterraneo IBF Simone “Tyson” Federici boxando con estrema scioltezza nei confronti di un volenteroso Arabie Abdullah ha evidenziato un’ottima forma fisica e mentale con sfoggio di   diretti,ganci e montanti al bersaglio grosso e al volto sia dalla media che dalla corta distanza. Un match che sin dalle prime battute si è fatto durissimo ed entusiasmante fino ad inizio della terza ripresa quando l’arbitro ha decretato il kotc del serbo per una distorsione della mano sinistra. La serata, impreziosita dalla voce e la regia del più grande “Italian Ring Announcer” Valerio Lamanna ha dimostrato ancora una volta che il nostro territorio è sicuramente pronto per questo tipo di manifestazioni frutto anche delle tante palestre dell’Unione Pugilistica della Provincia che quotidianamente inculcano ai giovani la noble art, quella vera, quella che insegna a combattere lealmente e sportivamente, quella che aiuta a crescere sani nel fisico e nella mente e che riesce ad essere una valida alternativa ai pericoli della società moderna. Pertanto serve un ampio progetto articolato che coinvolga, oltre a persone appassionate come Giuliano Antonucci, anche tutte le istituzioni e le varie realtà commerciali ed imprenditoriali al fine di scongiurare pericolose emarginazioni  di uno sport popolare ed educativo come la boxe capace di trasmettere equilibrio, stabilità e serenità nel rispetto dei valori umani ed a gestire l’aggressività che è dentro in ognuno di noi. 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604