L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Claudio Di Bernardino, neo assessore regionale al Lavoro Claudio Di Bernardino, neo assessore regionale al Lavoro

Digitale, Di Berardino: la legge regionale assicura tutele. In 100mila nel Lazio lavorano con le app

"Oggi nell'ambito del Seminario organizzato a Bologna dall'Anmil sulle 'Nuove tecnologie e gestione della sicurezza sul lavoro: dal lavoro agile al lavoro su piattaforma digitale, tra criticita' e opportunita'' ho ricordato come il Lazio sia stata l'unica regione ad aver approvato una legge sul lavoro digitale. Questa riconosce tutele e diritti a tutti i lavoratori che operano mediante piattaforma, non solo i rider, ma una platea che comprende diversi tipi di settori e mansioni. Garantiamo tutele fondamentali, dalla maternita' alla contrattazione tra le parti per la definizione della retribuzione; in materia di salute e sicurezza prevediamo l'obbligo da parte dei datori di fornire una formazione specifica, nonche' l'assicurazione contro gli infortuni e la manutenzione dei mezzi di lavoro": lo ha ricordato l'assessore regionale al Lavoro, Claudio Di Berardino.

Che ha aggiunto: "La legge sana il vuoto normativo che la gig economy ha creato, ricomprendendo tutte le forme contrattuali e tutte le modalita' di lavoro che le nuove tecnologie propongono sul mercato. In questo modo possiamo accompagnare l'innovazione facendola pero' crescere in un quadro di diritti e tutele che a nessun lavoratore debbono mancare. Secondo le stime piu' aggiornate, sono circa 100.000 le persone nel Lazio che lavorano con le app: non vi sono solo giovani interessati a un 'lavoretto', ma una platea composta anche da persone adulte la cui unica fonte di reddito e' quella che proviene dal lavoro mediante piattaforma."

Nel corso del suo intervento, inoltre, Di Berardino ha annunciato che entro la fine di ottobre uscira' un nuovo bando per sostenere percorsi di formazione per i laboratori, le piccole e medie imprese e per i lavoratori autonomi. "L'obiettivo e' rafforzare la prevenzione ed estendere le buone pratiche sulla sicurezza anche ai settori che piu' faticano ad adeguarsi alla normativa. Entro l'anno, infine, abbiamo l'obiettivo di definire un provvedimento che incentivi le imprese con un sistema di premialita' e punibilita'". Ha concluso l'assessore dela giunta Zingaretti.

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604