L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Uno dei convegni sulla Battaglia di Mola e l’Assedio di Gaeta Uno dei convegni sulla Battaglia di Mola e l’Assedio di Gaeta

La Battaglia di Mola e l’Assedio di Gaeta, successo della tre giorni di recupero della memoria a Formia

Una tre giorni magnifica, ricca di partecipazione, molto seguita e partecipata. Un successo su tutti i fronti la prima Commemorazione della Battaglia di Mola. Si è partiti venerdì 1 novembre per l’apertura della mostra documentale “La battaglia di Mola” curata dal Centro Studi Storici Archivistici Formia, presso l’archivio storico della torre di Mola alla presenza dell’Assessore al Turismo Kristian Franzini. In una sala incapace di accogliere tutti i presenti il Presidente Aldo Treglia ha evidenziato l’importanza di tale manifestazione per la valorizzazione del patrimonio storico documentale cittadino e per la riscoperta della vera storia scevra da retorica ed interpretazioni.

Sabato 2 è stata la volta della Conferenza dal titolo “La Battaglia di Mola e l’Assedio di Gaeta”. Anche in questo caso la location scelta, la Sala Ribaud del Comune di Formia, è stata completamente gremita da un attento pubblico. Dopo i saluti del Sindaco Prof.ssa Paola Villa e dell’Assessore di Gaeta Lucia Maltempo, dei responsabili degli enti patrocinanti si è entrati nel vivo della conferenza. Al microfono si sono susseguiti il Capitano Alessandro Romano, lo scrittore e giornalista Pino Aprile ed il Presidente dell’Ass. Terraurunca, Daniele Elpidio Iadicicco, ideatore ed organizzatore di questa tre giorni. A prendere la parola anche il Presidente dell’Istituzione del Cavalieri di Santo Stefano di Pisa, Umberto Ascani per relazionare sull’esilio a Formia 170 anni fa de Granduca Leopoldo II.

Questa maratona commemorativa si è conclusa con la messa celebrata a suffragio dei caduti da Don Mariano nella Chiesa dei Santi Lorenzo e Giovanni Battista, domenica 3. Presenti il segretario nazionale dell’ANCCI Prof. Franco Ciufo ed il presidente del Circolo Svizzeri di Roma Dott. Sergio Trebbi. Quest’ultimo presente per la scoperta di sei caduti di origine svizzera tra i militari della Battaglia di Mola. Accompagnati dalle associazione promotrici e nonostante il cattivo tempo a seguito della messa si è proceduto con lo scoprire la targa ai caduti della Battaglia di Mola in piazzetta Caetani di Castelmola. Il drappo per scoprire la targa è stato sfilato da due bambini presenti sul posto per permettere alla memoria del momento di essere tramandata alle future generazioni. Un percorso di cultura, storia, e recupero della memoria che si spera si possa ripetere negli anni venturi.

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604