L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Massimo Di Felice Massimo Di Felice

Movimento 5 Stelle Cassino, a convegno sulla cittadinanza digitale col professor Di Felice

Lo sviluppo delle piattaforme digitali consentiranno il definitivo riconoscimento e intersezione delle relazione tra l'uomo, gli organismi vegetali e animali e l'ambiente in cui vivono? Se ne parlerà ampiamente sabato 9 novembre alle ore 18.00 con il Prof Di Felice presso il Bar Symposio Via T. Piano 14 a Cassino. L’incontro, che sarà condotto dal Dr. Stefano Di Scanno – direttore “De L’inchiesta”-,  è organizzato dal Gruppo 5 Stelle Cassino nell’ambito dell’iniziativa “Libri in Movimento” portata avanti, con grande passione e  dedizione, da Marcello Franchitto.

Il Prof. De Felice, che insegna in Brasile presso l’Università di San Paolo e coordina un centro di ricerca sulle reti sociali digitali, ci illustrerà il suo ultimo libro  dal titolo “La cittadinanza digitale, lá crisi dell' idea occidentale di democrazia e lá partecipazione nelle reti digitali”,   dove spiega come le persone stanno trovando modi alternativi di partecipare globale  alla società in modo positivo e costruttivo ed è perciò che «l’idea occidentale di società, fondata sul contratto tra i cittadini e ristretta al convivio dei soli soggetti umani, così come quella di cittadinanza, basata solo sui diritti fondamentali delle persone, oggi, dinanzi alle sfide dei mutamenti climatici e alle ultime generazioni di reti intelligenti, risultano entrambe inadeguate».

Dunque secondo Di Felice è attuale la necessità di un “Manifesto per la cittadinanza digitale” perchè: 1) il sociale non è più composto da soli umani. Algoritmi, database, intelligenze artificiali, le foreste, le emissioni di CO2, il clima – attraverso architetture di interazioni in rete – hanno preso la parola, partecipano ed influenzano il nostro agire; 2) le Reti di dati e architetture di connessioni (Internet of Things, Big data etc) hanno sviluppato forme di intelligenza distribuite che connettono entità diverse e mettono in rete ogni tipo di superficie; 3) se connessi a reti e a database estendiamo la nostra pelle e le nostre menti all’intero pianeta divenendo cittadini di galassie di bit; 4) non abitiamo più soltanto paesi, città o nazioni ma, attraverso le diverse modalità di connessione, l’intera biosfera; 5) le forme digitali della cittadinanza potranno prescindere da quelle degli stati nazionali e proporre forme nuove di appartenenza, a-topiche e non più necessariamente legate ad un luogo fisico o a singole nazioni».

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604